Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware Mercoledì 28.09.2011

Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Autore: Andrea Bai   Categoria: Software

Introduzione

8 aprile 2014: è questo il giorno in cui Microsoft cesserà tutte le attività di supporto ufficiale al sistema operativo Windows XP. Entro questa data tutte le aziende che ancora oggi si affidano a questo sistema operativo dovranno obbligatoriamente aver completato la migrazione verso una nuova piattaforma: un processo complesso che richiede ingenti attività di pianficazione nonché investimenti numericamente rilevanti. Molte delle aziende che ancora basano la propria infrastruttura IT su Windows XP si troveranno proprio in questi anni a dover decidere come proseguire il proprio cammino nell'ambito dell'End-User Computing (EUC): si tratta di un grosso nodo da sciogliere, poiché rappresenterà il modo in cui le aziende forniranno gli strumenti tecnologici ai propri lavoratori.

Nel corso degli ultimi anni si sono infatti affermati nuovi e diversi paradigmi tecnologici che hanno messo sempre più decisioni da prendere dinnanzi ai dipartimenti IT delle aziende. Molti utenti si aspettano di lavorare (o lo richiedono) con dispositivi multipli, la globalizzazione e la connettività hanno portato ad una "dispersione" della forza lavoro che il progresso delle tecnologie mobile provvede a riconnettere e a far collaborare. Adesso esistono il cloud e la virtualizzazione, con piattaforme ed applicazioni che possono essere distribuite e centralizzate, senza che l'utente possa percepire la differenza rispetto ad un ambiente di lavoro più "tradizionale".

Questa situazione porta ad una reale esplosione nelle possibilità di scelta, che di norma rappresenta una buona cosa. Ma così non è, dal momento questo mare di possibilità genera confusione e fa emergere numerose domande alle quali l'IT deve essere in grado di rispondere: gli utenti divengono più esperti e sofisticati, quanto e che tipo di supporto hanno bisogno? Possono e dovrebbero lavorare con i propri dispositivi e le proprie applicazioni? Come si concilia questo con i dati sensibili? Quali sono i nuovi rischi collegati a queste nuove tendenze? Quanto controllo deve avere l'IT nel rendere disponibili queste tecnologie agli utenti-dipendenti?

Si evince pertanto che l'end-user computing non è più un processo lineare di aggiornamento e sostituzione, come è stato fino ad ora, ma diventa un vero e proprio percorso attraversato da molteplici alternative. Alternative che spesso appaiono essere complesse e divergenti e per questo motivo ogni azienda si trova nella situazione di dover capire quale strada seguire e in quale momento, per ciascun gruppo di lavoratori. Ma questo è possibile ad una sola condizione: sapere quale sia la destinazione.


Brian Gammage, Chief Market Technologist per VMware

Quando si parla di virtualizzazione e cloud, che rappresenteranno i punti fermi sui quali si poggerà l'evoluzione dell'End-User Computing, non si può non trascurare la posizione di una realtà che attualmente detiene l'85% del mercato mondiale della virtualizzazione: VMware. E' Brian Gammage, Chief Market Technologist dell'azienda statunitense, che illustra quale sia la visione dell'azienda nell'ambito dell'End-User Computing, cercando di prevedere in che modo le aziende dovrebbero pianificare il proprio percorso per individuare in che modo affrontare i propri investimenti. Gammage sottolinea un concetto che deve essere tenuto presente per tutta la durata della fase evolutiva: l'End-User Computing non riguarda la tecnologia ma riguarda il modo in cui gli utenti lavorano tramite la tecnologia. E' per questo che decisioni sbagliate rischiano di ostacolare la produttività e la capacità di crescita di un'azienda.

Notizie

22.07.2014

Da Intel e Berkeley Lab nuovo photoresist per la litografia EUV

Un resist che unisca alta sensibilità ed elevata risoluzione ed accuratezza è allo studio per applicazioni con la litografia Extreme Ultraviolet

22.07.2014

Cresce nel Q3 2014 la domanda di mercato per i sistemi notebook

Digitimes Research conferma i dati positivi che riguardano il mercato dei PC: ci si attende una crescita sequenziale delle vendite di poco superiore al...

22.07.2014

Inspearit e Rally Software, alleanza per crescere in Italia

Le due realtà stringono un accordo strategico per le trasformazioni Lean&Agile, con lo scopo di crescere congiuntamente sul mercato italiano

21.07.2014

Dell accetta i Bitcoin, per ora solo negli USA

Il negozio online di Dell accetta Bitcoin come opzione di pagamento per l'acquisto di PC e sistemi. Per ora solo negli USA, ma l'iniziativa potrebbe estendersi...

21.07.2014

Corrente elettrica dalla condensa, una nuova idea dal MIT

I ricercatori del MIT trovano, quasi per caso, un modo per sfruttare la condensa e produrre una piccola corrente elettrica per alimentare dispositivi elettronici...

21.07.2014

BitLicense: dallo stato di New York una licenza per operare Bitcoin

Lo stato di New York è pronto a pubblicare una serie di normative per l'ottenimento di una apposita licenza per operare in Bitcoin, per garantire sicurezza...

21.07.2014

Il mercato dei PC riprende vigore, e con esso i sistemi Ultraportatili

I segnali di ripresa delle vendite nel mercato dei PC hanno ricadute positive anche nel settore dei sistemi Ultraportatili, quello dei notebook molto sottili...

18.07.2014

Tornano a crescere le consegne PC in area EMEA nel secondo trimestre

Dopo sette trimestri consecutivi di flessione, le consegne PC nel secondo trimestre dell'anno fanno segnare una crescita, in area EMEA, superiore al 10%...

18.07.2014

Un altro trimestre positivo e in crescita per Google

L'azienda americana comunica i propri risultati finanziari del secondo trimestre 2014, con dati che sono allineati alle previsioni degli analisti. Fatturato...

18.07.2014

Il lato oscuro delle automobili a guida autonoma

Sulle nuove tecnologie del settore dell'automotive si è esposta la FBI, mostrando particolare disappunto su alcuni aspetti relativi alla sicurezza

18.07.2014

Cresce il fatturato ma ancora una lieve perdita per AMD nel Q2 2014

Continua l'operazione di riorganizzazione di AMD che chiude il secondo trimestre 2014 con un fatturato in crescita ma un risultato netto negativo per 36...

17.07.2014

Trimestrale Yahoo: risultati in calo anno su anno

Con il fatturato della display advertising in calo, deludono i risultati trimestrali dell'azienda di Sunnyvale: anche il CEO Marissa Mayer mostra disappunto...

17.07.2014

Microsoft annuncia il taglio del personale: ben 18.000 dipendenti in meno

Satya Nadella conferma le indiscrezioni degli ultimi giorni, ma i numeri sono superiori alle attese: saranno ben 18.000, circa il 15% del totale, i dipendenti...

16.07.2014

80 miliardi per Time Warner, l'ultima follia di Murdoch

Time Warner ha rifiutato una faraonica offerta da parte di 21st Century Fox Inc. Il colosso capeggiato dal miliardario australiano aveva messo sul piatto...