Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Autore: Andrea Bai   Categoria: Software

“La cessione del supporto a Windows XP metterà molte aziende nella situazione di dover riconsiderare in che maniera offrire gli strumenti tecnologici ai dipendenti, portando ad una trasformazione dell'ambiente operativo”

Introduzione

8 aprile 2014: è questo il giorno in cui Microsoft cesserà tutte le attività di supporto ufficiale al sistema operativo Windows XP. Entro questa data tutte le aziende che ancora oggi si affidano a questo sistema operativo dovranno obbligatoriamente aver completato la migrazione verso una nuova piattaforma: un processo complesso che richiede ingenti attività di pianficazione nonché investimenti numericamente rilevanti. Molte delle aziende che ancora basano la propria infrastruttura IT su Windows XP si troveranno proprio in questi anni a dover decidere come proseguire il proprio cammino nell'ambito dell'End-User Computing (EUC): si tratta di un grosso nodo da sciogliere, poiché rappresenterà il modo in cui le aziende forniranno gli strumenti tecnologici ai propri lavoratori.

Nel corso degli ultimi anni si sono infatti affermati nuovi e diversi paradigmi tecnologici che hanno messo sempre più decisioni da prendere dinnanzi ai dipartimenti IT delle aziende. Molti utenti si aspettano di lavorare (o lo richiedono) con dispositivi multipli, la globalizzazione e la connettività hanno portato ad una "dispersione" della forza lavoro che il progresso delle tecnologie mobile provvede a riconnettere e a far collaborare. Adesso esistono il cloud e la virtualizzazione, con piattaforme ed applicazioni che possono essere distribuite e centralizzate, senza che l'utente possa percepire la differenza rispetto ad un ambiente di lavoro più "tradizionale".

Questa situazione porta ad una reale esplosione nelle possibilità di scelta, che di norma rappresenta una buona cosa. Ma così non è, dal momento questo mare di possibilità genera confusione e fa emergere numerose domande alle quali l'IT deve essere in grado di rispondere: gli utenti divengono più esperti e sofisticati, quanto e che tipo di supporto hanno bisogno? Possono e dovrebbero lavorare con i propri dispositivi e le proprie applicazioni? Come si concilia questo con i dati sensibili? Quali sono i nuovi rischi collegati a queste nuove tendenze? Quanto controllo deve avere l'IT nel rendere disponibili queste tecnologie agli utenti-dipendenti?

Si evince pertanto che l'end-user computing non è più un processo lineare di aggiornamento e sostituzione, come è stato fino ad ora, ma diventa un vero e proprio percorso attraversato da molteplici alternative. Alternative che spesso appaiono essere complesse e divergenti e per questo motivo ogni azienda si trova nella situazione di dover capire quale strada seguire e in quale momento, per ciascun gruppo di lavoratori. Ma questo è possibile ad una sola condizione: sapere quale sia la destinazione.


Brian Gammage, Chief Market Technologist per VMware

Quando si parla di virtualizzazione e cloud, che rappresenteranno i punti fermi sui quali si poggerà l'evoluzione dell'End-User Computing, non si può non trascurare la posizione di una realtà che attualmente detiene l'85% del mercato mondiale della virtualizzazione: VMware. E' Brian Gammage, Chief Market Technologist dell'azienda statunitense, che illustra quale sia la visione dell'azienda nell'ambito dell'End-User Computing, cercando di prevedere in che modo le aziende dovrebbero pianificare il proprio percorso per individuare in che modo affrontare i propri investimenti. Gammage sottolinea un concetto che deve essere tenuto presente per tutta la durata della fase evolutiva: l'End-User Computing non riguarda la tecnologia ma riguarda il modo in cui gli utenti lavorano tramite la tecnologia. E' per questo che decisioni sbagliate rischiano di ostacolare la produttività e la capacità di crescita di un'azienda.

Notizie

29.04.2016

Calano del 50% le vendite degli smartwatch nei primi 3 mesi del 2016

Il confronto è con la stagione di vendite natalizie, nella quale gli smartwatch avevano raccolto dati entusiasmanti. Se andiamo a 12 mesi fa tuttavia il...

28.04.2016

Sony Q1 2016: mobile in perdita, ma rimedia con PlayStation

Sony comunica i risultati finanziari del primo trimestre 2016: lieve contrazione del fatturato su base annua, ma profitti in crescita. Il business Playstation...

28.04.2016

Samsung Q1 2016: trimestre in crescita grazie a Galaxy S7 ed S7 Edge

Samsung comunica i risultati finanziari del primo trimestre fiscale 2016, caratterizzati dall'aumento del profitto operativo su base annua pari al 12%....

27.04.2016

I 5 pilastri della trasformazione di Intel, secondo il CEO Krzanich

L'azienda americana è chiamata ad un processo di importante trasformazione interna, che la porterà sempre più dall'essere una PC company ad una impegnata...

26.04.2016

Nanocavi d'oro per una batteria da 200 mila cicli

Un gruppo di ricercatori realizza un materiale per batteria capace di sopportare un elevatissimo numero di cicli di carica/scarica e preparando il terreno...

26.04.2016

Cresce la spesa per la sicurezza dedicata a Internet of Things

Nel 2016 crescerà del 23,7% rispetto all'anno precedente, ma dopo il 2020 la spesa globale per la sicurezza IoT incrementerà ad un passo più spedito

26.04.2016

Tecnologie quantistiche, la Commissione Europea pensa ad un finanziamento di 1 miliardo di Euro

La Commissione Europea annuncia un programma di finanziamento per stimolare lo sviluppo, la progettazione e la produzione di tecnologie a base quantistica...

26.04.2016

Nokia annuncia l'acquisizione di Withings e punta al Digital Health

Nokia annuncia l'acquisizione di Withings, azienda francese specializzata nel settore del Digital Health. Withings produce activity e sleep tracker, bilance...

22.04.2016

Trimestre ancora in rosso per AMD, ma una joint venture si affaccia all'orizzonte

AMD chiude i primi 3 mesi del 2016 con fatturato in contrazione, e una perdita inferiore a 1 anno fa. Per il futuro siglato un accordo di joint venture...

22.04.2016

Microsoft Q3 2016: bene Surface e cloud, vendite Lumia in picchiata

Microsoft comunica i risultati finanziari del terzo trimestre fiscale 2016. Fatturato e profitti in calo su base annua, riconfermato il trend positivo...

21.04.2016

Jonney Shih prossimo al ritiro? Finisce un'era per il volto pubblico di Asus

Mancano indicazioni ufficiali da parte dell'azienda, ma emergono indiscrezioni sulla posibile prossima uscita di scena del chairman storico dell'azienda,...

20.04.2016

Calano del 10% le vendite di PC nelle regioni EMEA

Calo generalizzato per tutti i produttori, con la sola Asus a raccogliere un dato in crescita nei primi 3 mesi del 2016. Si distinguono notebook gaming...

20.04.2016

Trimestre in crescita per Intel, pur con il mercato dei PC in crisi

Intel chiude i primi 3 mesi del 2016 con un lieve incremento del fatturato e un utile stabile rispetto al 2015, nonostante la difficile fase che sta attraversando...

20.04.2016

Intel si ristruttura partendo dai dipendenti: -11% entro metà 2017

L'azienda americana comunica un nuovo piano di riorganizzazione per andare oltre il tradizionale business legato al mondo dei PC: la prima azione concreta...