Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Autore: Andrea Bai   Categoria: Software

“La cessione del supporto a Windows XP metterà molte aziende nella situazione di dover riconsiderare in che maniera offrire gli strumenti tecnologici ai dipendenti, portando ad una trasformazione dell'ambiente operativo”

Introduzione

8 aprile 2014: è questo il giorno in cui Microsoft cesserà tutte le attività di supporto ufficiale al sistema operativo Windows XP. Entro questa data tutte le aziende che ancora oggi si affidano a questo sistema operativo dovranno obbligatoriamente aver completato la migrazione verso una nuova piattaforma: un processo complesso che richiede ingenti attività di pianficazione nonché investimenti numericamente rilevanti. Molte delle aziende che ancora basano la propria infrastruttura IT su Windows XP si troveranno proprio in questi anni a dover decidere come proseguire il proprio cammino nell'ambito dell'End-User Computing (EUC): si tratta di un grosso nodo da sciogliere, poiché rappresenterà il modo in cui le aziende forniranno gli strumenti tecnologici ai propri lavoratori.

Nel corso degli ultimi anni si sono infatti affermati nuovi e diversi paradigmi tecnologici che hanno messo sempre più decisioni da prendere dinnanzi ai dipartimenti IT delle aziende. Molti utenti si aspettano di lavorare (o lo richiedono) con dispositivi multipli, la globalizzazione e la connettività hanno portato ad una "dispersione" della forza lavoro che il progresso delle tecnologie mobile provvede a riconnettere e a far collaborare. Adesso esistono il cloud e la virtualizzazione, con piattaforme ed applicazioni che possono essere distribuite e centralizzate, senza che l'utente possa percepire la differenza rispetto ad un ambiente di lavoro più "tradizionale".

Questa situazione porta ad una reale esplosione nelle possibilità di scelta, che di norma rappresenta una buona cosa. Ma così non è, dal momento questo mare di possibilità genera confusione e fa emergere numerose domande alle quali l'IT deve essere in grado di rispondere: gli utenti divengono più esperti e sofisticati, quanto e che tipo di supporto hanno bisogno? Possono e dovrebbero lavorare con i propri dispositivi e le proprie applicazioni? Come si concilia questo con i dati sensibili? Quali sono i nuovi rischi collegati a queste nuove tendenze? Quanto controllo deve avere l'IT nel rendere disponibili queste tecnologie agli utenti-dipendenti?

Si evince pertanto che l'end-user computing non è più un processo lineare di aggiornamento e sostituzione, come è stato fino ad ora, ma diventa un vero e proprio percorso attraversato da molteplici alternative. Alternative che spesso appaiono essere complesse e divergenti e per questo motivo ogni azienda si trova nella situazione di dover capire quale strada seguire e in quale momento, per ciascun gruppo di lavoratori. Ma questo è possibile ad una sola condizione: sapere quale sia la destinazione.


Brian Gammage, Chief Market Technologist per VMware

Quando si parla di virtualizzazione e cloud, che rappresenteranno i punti fermi sui quali si poggerà l'evoluzione dell'End-User Computing, non si può non trascurare la posizione di una realtà che attualmente detiene l'85% del mercato mondiale della virtualizzazione: VMware. E' Brian Gammage, Chief Market Technologist dell'azienda statunitense, che illustra quale sia la visione dell'azienda nell'ambito dell'End-User Computing, cercando di prevedere in che modo le aziende dovrebbero pianificare il proprio percorso per individuare in che modo affrontare i propri investimenti. Gammage sottolinea un concetto che deve essere tenuto presente per tutta la durata della fase evolutiva: l'End-User Computing non riguarda la tecnologia ma riguarda il modo in cui gli utenti lavorano tramite la tecnologia. E' per questo che decisioni sbagliate rischiano di ostacolare la produttività e la capacità di crescita di un'azienda.

Notizie

29.10.2014

Apple, nel 2014 è cresciuta la spesa per acquisizioni e ricerca

Anche al netto della faraonica operazione di acquisizione di Beats, la spesa per le attività di acquisizione della Mela cresce sensibilmente rispetto al...

29.10.2014

Terzo trimestre 2014 robusto anche per Facebook

Buona crescita del fatturato e degli utili per il popolare social network, che raggiunge gli 864 milioni di utenti giornalieri e gli 1,35 miliardi di utenti...

29.10.2014

Stampanti 3D, consegne che raddoppieranno ogni anno fino al 2018

Le consegne delle stampanti 3D cresceranno sensibilimente, anno su anno, da qui al 2018 quando raggiungeranno i 2,3 milioni di pezzi

28.10.2014

Da Intel nel 2015 molte novità per la famiglia di CPU Xeon

Processori per tutti i segmenti del mercato server quelli che Intel si appresta a presentare tra secondo e terzo trimestre; Haswell, Broadwell e persino...

28.10.2014

E' importante una veloce GPU anche nei sistemi PC commercial

Nei personal computer destinati ad utilizzi in aziende riveste sempre maggiore importanza anche la componente GPU, con la quale sfruttare sia grafica 3D...

28.10.2014

Un buon terzo trimestre 2014 per Twitter, ma rallenta la crescita degli utenti

Il fatturato trimestrale della piattaforma di microblogging supera le stime degli analisti. La maggior parte di esso è generata dai proventi della pubblicità...

27.10.2014

HP estende la gamma di soluzioni microserver della famiglia Moonshot

Sono 3 le nuove schede per chassis Moonshot, la proposta HP ai sistemi microserver che puntano ad abbinare elevata efficienza energetica con la capacità...

24.10.2014

Crescita e opportunità di mercato nel settore del machine to machine

L'evoluzione delle connessioni dati apre spazi di sviluppo molto interessanti nel settore del machine to machine:gli strumenti di dialogo tra i dispositivi...

24.10.2014

Microsoft: Surface per la prima volta in positivo nel Q1 fiscale 2015

Una crescita del 127% per la famiglia di prodotti Surface e trend positivo anche per il brand Lumia. Ma il primo trimestre fiscale 2015 di Microsoft mostra...

24.10.2014

Telecom Italia e Microsoft abbinano Nuvola Italiana e Office365 per le PMI

Le due aziende presentano, nella cornice di SMAU, una iniziativa che punta a fornire strumenti di produttività via cloud che permettano di aumentare l'efficienza...

24.10.2014

Il terzo trimestre 2014 di Amazon delude Wall Street

Crescono le vendite, ma la compagnia registra un passivo netto di oltre 430 milioni di dollari, dovuto anche all'acquisizione di Twitch. Gli analisti non...

23.10.2014

Nuovo record di 40 gigabit al secondo per trasmissioni wireless

Realizzato un nuovo chip che permette di raddoppiare le velocità di trasferimento wireless per gli apparati utilizzati per operazioni di backhaul

22.10.2014

Yahoo inizia a raccogliere i primi frutti dell'investimento sul mobile

I risultati del terzo trimestre 2014 danno credito alla strategia definita dal CEO Marissa Mayer. In alto gli utili grazie alla vendita delle quote di...

22.10.2014

G.Fast e connettività DSL fino a 1Gbps nel prossimo futuro di Broadcom

Broadcom ha svelato oggi alcuni chip DSL compatibili con il nuovo standard G.fast, tecnologia con la quale risulta più conveniente la banda ultra-larga...