Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Cloud e virtualizzazione: come cambierà l'end user computing secondo VMware

Autore: Andrea Bai   Categoria: Software

“La cessione del supporto a Windows XP metterà molte aziende nella situazione di dover riconsiderare in che maniera offrire gli strumenti tecnologici ai dipendenti, portando ad una trasformazione dell'ambiente operativo”

Introduzione

8 aprile 2014: è questo il giorno in cui Microsoft cesserà tutte le attività di supporto ufficiale al sistema operativo Windows XP. Entro questa data tutte le aziende che ancora oggi si affidano a questo sistema operativo dovranno obbligatoriamente aver completato la migrazione verso una nuova piattaforma: un processo complesso che richiede ingenti attività di pianficazione nonché investimenti numericamente rilevanti. Molte delle aziende che ancora basano la propria infrastruttura IT su Windows XP si troveranno proprio in questi anni a dover decidere come proseguire il proprio cammino nell'ambito dell'End-User Computing (EUC): si tratta di un grosso nodo da sciogliere, poiché rappresenterà il modo in cui le aziende forniranno gli strumenti tecnologici ai propri lavoratori.

Nel corso degli ultimi anni si sono infatti affermati nuovi e diversi paradigmi tecnologici che hanno messo sempre più decisioni da prendere dinnanzi ai dipartimenti IT delle aziende. Molti utenti si aspettano di lavorare (o lo richiedono) con dispositivi multipli, la globalizzazione e la connettività hanno portato ad una "dispersione" della forza lavoro che il progresso delle tecnologie mobile provvede a riconnettere e a far collaborare. Adesso esistono il cloud e la virtualizzazione, con piattaforme ed applicazioni che possono essere distribuite e centralizzate, senza che l'utente possa percepire la differenza rispetto ad un ambiente di lavoro più "tradizionale".

Questa situazione porta ad una reale esplosione nelle possibilità di scelta, che di norma rappresenta una buona cosa. Ma così non è, dal momento questo mare di possibilità genera confusione e fa emergere numerose domande alle quali l'IT deve essere in grado di rispondere: gli utenti divengono più esperti e sofisticati, quanto e che tipo di supporto hanno bisogno? Possono e dovrebbero lavorare con i propri dispositivi e le proprie applicazioni? Come si concilia questo con i dati sensibili? Quali sono i nuovi rischi collegati a queste nuove tendenze? Quanto controllo deve avere l'IT nel rendere disponibili queste tecnologie agli utenti-dipendenti?

Si evince pertanto che l'end-user computing non è più un processo lineare di aggiornamento e sostituzione, come è stato fino ad ora, ma diventa un vero e proprio percorso attraversato da molteplici alternative. Alternative che spesso appaiono essere complesse e divergenti e per questo motivo ogni azienda si trova nella situazione di dover capire quale strada seguire e in quale momento, per ciascun gruppo di lavoratori. Ma questo è possibile ad una sola condizione: sapere quale sia la destinazione.


Brian Gammage, Chief Market Technologist per VMware

Quando si parla di virtualizzazione e cloud, che rappresenteranno i punti fermi sui quali si poggerà l'evoluzione dell'End-User Computing, non si può non trascurare la posizione di una realtà che attualmente detiene l'85% del mercato mondiale della virtualizzazione: VMware. E' Brian Gammage, Chief Market Technologist dell'azienda statunitense, che illustra quale sia la visione dell'azienda nell'ambito dell'End-User Computing, cercando di prevedere in che modo le aziende dovrebbero pianificare il proprio percorso per individuare in che modo affrontare i propri investimenti. Gammage sottolinea un concetto che deve essere tenuto presente per tutta la durata della fase evolutiva: l'End-User Computing non riguarda la tecnologia ma riguarda il modo in cui gli utenti lavorano tramite la tecnologia. E' per questo che decisioni sbagliate rischiano di ostacolare la produttività e la capacità di crescita di un'azienda.

Notizie

31.08.2015

NVIDIA annuncia GRID 2.0, virtualizzazione del desktop più efficiente

In occasione del VMWorld di San Francisco, la conferenza annuale organizzata da VMware, NVIDIA presenta GRID 2.0, con l'obiettivo di gestire più utenti...

28.08.2015

Google non tapperà le buche delle strade, ma ci permetterà di evitarle

La compagnia di Mountain View si addentra ancor più nei meandri del mercato automotive. L'ultimo brevetto si rivolge alla sicurezza stradale, nel tentativo...

27.08.2015

I droni nel futuro di Intel: investimento di 60 milioni di dollari in Yuneec

Il colosso californiano annuncia un investimento e una collaborazione con la società cinese Yuneec, specializzata nello sviluppo di velivoli elettrici...

27.08.2015

Il mercato PC ancora in contrazione, stabilizzazione non prima del 2017

Ancora volumi in contrazione per il mercato PC per la seconda metà dell'anno e per tutto il 2016. Solo dal 2017, con alcune condizioni favorevoli a sovrapporsi,...

26.08.2015

Stampa 3D, molti passi avanti grazie al settore medicale

La necessità di realizzare in maniera economicamente sostenibile protesi e dispositivi medicali ha rappresentato negli ultimi anni un catalizzatore all'evoluzione...

26.08.2015

Il mercato smartphone inizia a rallentare lentamente la crescita

Con la Cina che inizia a stabilizzarsi e a trasformarsi in mercato maturo, la crescita degli smartphone inizia a rallentare. Nei prossimi anni potrebbe...

24.08.2015

Sempre più in difficoltà il mercato delle schede video

Cala l'interesse verso le schede video discrete, ma non per le proposte di fascia enthusiast e per i videogiocatori; tanto NVIDIA come AMD ne subiscono...

21.08.2015

Vendite smartphone: giù Android, su iOS, ma insieme sono il 96,8% del totale

Gartner ha rilasciato i dati di vendita degli smartphone, a livello mondiale, riferiti al secondo trimestre del 2015. Rispetto ad un anno fa le differenze...

20.08.2015

Technical Consumer Goods, il secondo trimestre italiano è in ripresa

Il mercato dei beni di consumo durevoli registra segnali di ripresa nel secondo trimestre dell'anno. A fare la parte del leone, sebbene in misura leggermente...

20.08.2015

Memorie con tecnologia 3D XPoint nei server Intel del prossimo futuro

La nuova tecnologia 3D XPoint verrà utilizzata nei piani di Intel non solo in sistemi di storage ma anche come memoria di sistema nei server di prossima...

20.08.2015

Massima densità, di elaborazione e di storage, per i nuovi server Supermicro

L'azienda taiwanese mostra all'Intel Developer Forum 2015 varie nuove soluzioni per le sale dati con le quali ottenere la più elevata densità possibile:...

19.08.2015

Un dispositivo acustico passivo per migliorare l'affidabilità degli assistenti vocali

Un particolare disco in materiale plastico può consentire di riconoscere più accuratamente l'origine di un suono migliorando le prestazioni non solo dell'elettronica...

18.08.2015

Volete l'energia solare a casa? Google vi dice se conviene

Project Sunroof è un nuovo servizio embrionale di Google che suggerisce una stima del potenziale energetico di ogni tetto di una città nel caso si voglia...

18.08.2015

Fosforo nero, un nuovo candidato per scalzare il silicio

Il fosforo nero può comportarsi da semiconduttore di tipo p, tipo n o ambipolare semplicemente variandone lo spessore, rendendolo un possibile sostituto...