90 milioni di televisori 3D nel 2014

90 milioni di televisori 3D nel 2014

Autore: Andrea Bai Categoria: Mercato
Prezzi elevati e mancanza di contenuti frenano, per ora, l'adozione di televisori 3D. Ma il boom è per i prossimi quattro anni

I televisori 3D stanno ormai raggiungendo gli scaffali dei negozi, ma i prezzi elevati e la scarsità di contenuti disponibili ne sta limitando l'adozione da parte dei consumatori. Tuttavia con una fisiologica flessione dei prezzi, una maggiore disponibilità di contenuti idonei e le naturali migliorie nella tecnologia, vi sarà una impressionante crescita nelle consegne di TV 3D nei prossimi anni.

E' la società di analisi DisplaySearch a tratteggiare il quadro, la quale inoltre prevede che 3,2 milioni di televisori 3D saranno commercializzati nell'anno in corso, per arrivare ad oltre 90 milioni nel 2014. Sulla base di queste previsioni, i televisori 3D andranno a rappresentare nel 2014 il 41% dei televisori commerciati, rispetto ad appena il 2% che si potrà registrare nel corso di quest'anno.

Paul Gray, responsabile della divisione che si occupa dell'analisi del mercato TV, ha dichiarato: "Mentre i produttori di TV hanno piani consistenti e molti prodotti nuovi, i consumatori rimangono cauti. I consumatori sentono dire che la TV 3D è il futuro, ma resta ancora un grosso divario di prezzo e pochi contenuti 3D da guardare".

Aggiunge Paul Gagnon, focalizzato sull'area nord-americana: "I consumatori nord americani, in particolare, stanno giocando d'attesa. I consumatori hanno imparato ad attendere le rapide flessioni di prezzo per le nuove tecnologie e sembrano contenti di aspettare un poco". Di conseguenza DisplaySearch prevede che le consegne di televisori 3D nel continente nord americano saranno di poco inferiori ad 1,6 milioni di unità.

Il report sottolinea inoltre che le vendite degli occhiali 3D nel mercato europeo restano basse e con molti paesi che addirittura non arrivano al rapporto di 1:1 tra televisori ed occhiali venduti. "Si tratta di un elemento abbastanza deludente. Un buon livello dovrebbe avvicinarsi a due paia di occhiali 3D per ciascun televisore, quindi è chiaro che nella migliore delle ipotesi questi televisori sono stati scelti in ottica futura, e nella peggiore è un'indicazione del fatto che i consumatori non possono acquistare un televisore di qualità senza 3D".

In ogni caso il 3D è una caratteristica che i produttori sono determinati a portare avanti. L'espansione dell'offerta, con sempre maggiori lanci prodotto e sempre più produttori a voler implementare questa caratteristica nella propria offerta, ed i prezzi in discesa hanno condotto DisplaySearch ad incrementare le previsioni per il 3D per i prossimi anni, stimando come detto 90 milioni di tv commercializzati nel 2014. "I produttori TV credono fermamente nel 3D e stanno portando i costi verso il basso, ma il valore per i consumatori risiede fortemente nella disponibilità di contenuti di qualità da fruire" ha concluso Gray.

Le previsioni elaborate da DisplaySearch sono piuttosto differenti da quanto stimato sui risultati della ricerca condotta da ABI Research: come abbiamo già avuto modo di illustrare, infatti, ABI prevede che il vero boom si avrà un anno più tardi, nel 2015, e di misura inferiore, con 50 milioni di TV 3D in circolazione. Solo il mercato dirà chi ha ragione, ma ambo le previsioni concordano sul fatto che i televisori 3D non sono solo una moda passeggera.

Commenti (18) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: ilratman pubblicato il 15 Ottobre 2010, 09:28
Mah sarà anche così ma finché il 3d dovrà essere usato con gli occhialini lo vedo molto poco comodo e se una cosa non è comoda è destinata a scomparire o non essere usata.

Poi che bello avere gli occhialini che durano 2ore, ti gusti proprio un film da 3 ore ma si lo si può sempre guardare in due tempi.
Poi nel tempo che la batt perde capacità anche in tre tempi.
Commento # 2 di: Khronos pubblicato il 15 Ottobre 2010, 09:41
! Non Mi Avrannooooo !
Commento # 3 di: avvelenato pubblicato il 15 Ottobre 2010, 10:03
Mi piacerebbe tanto sapere i calcoli con i quali si arrivano a queste previsioni.

Perché ci sono dei calcoli dietro, giusto?
Commento # 4 di: AceGranger pubblicato il 15 Ottobre 2010, 10:10
Originariamente inviato da: ilratman
Poi che bello avere gli occhialini che durano 2ore, ti gusti proprio un film da 3 ore ma si lo si può sempre guardare in due tempi.
Poi nel tempo che la batt perde capacità anche in tre tempi.


Samsung 50 ore circa
Panasonic 75 ore circa
Sony 100 ore circa

ricaricare ogni 13 film da 3 ore ciascuno non mi sembra poi cosi male

il problema è solo che si trova nelle TV top gamma, per il resto se costassero meno, sarebbero ben pochi a lamentarsi.
Commento # 5 di: ilratman pubblicato il 15 Ottobre 2010, 10:17
Originariamente inviato da: AceGranger
Samsung 50 ore circa
Panasonic 75 ore circa
Sony 100 ore circa

ricaricare ogni 13 film da 3 ore ciascuno non mi sembra poi cosi male

il problema è solo che si trova nelle TV top gamma, per il resto se costassero meno, sarebbero ben pochi a lamentarsi.


Sei sicuro di questi tempi, avevo letto diversamente.

Cmq se uno vuole una tv 3d a meno di 1000 euro si trova visto che il samsung 40c750 esiste e va pure meglio dei tanto decantati led che di meglio hanno solo la pubblicità.

Rimane cmq una cosa scomoda.
Commento # 6 di: AceGranger pubblicato il 15 Ottobre 2010, 10:46
Originariamente inviato da: ilratman
Sei sicuro di questi tempi, avevo letto diversamente.

Cmq se uno vuole una tv 3d a meno di 1000 euro si trova visto che il samsung 40c750 esiste e va pure meglio dei tanto decantati led che di meglio hanno solo la pubblicità.

Rimane cmq una cosa scomoda.


samsung a batteria usa e getta 50 ore
http://www.samsung.com/it/consumer/...type=3d-glasses
samsung a batteria ricaricabile via USB 30 ore
http://www.samsung.com/it/consumer/...type=3d-glasses
sony pila usa e getta 100 ore
http://pdf.crse.com/manuals/4180470231.pdf
Panasonic pile usa e getta 75 ore
http://www.panasonic.it/html/it_IT/...?trackInfo=true


bho per me non è per nulla scomodo, va a gusti.

comunque la fruizione perfetta del 3D la si ha con i Plasma 3d, come i Panasonic serie VT, le LCD soffrono ancora di problemini, totalmente assenti nei plasma.
Commento # 7 di: supertigrotto pubblicato il 15 Ottobre 2010, 12:05
lo mettessero di serie.....

Almeno il pannello deve avere un refresh di 120 hz,quindi in 2d teoricamente dovrebbe rendere bene con le immagini.
I produttori stanno usando il 3d ready per alzare i margini risicati,se ne era parlato tempo fa.
A me piacerebbe acquistare una tv 3d ma per adesso i costi sono altini.....
Commento # 8 di: ilratman pubblicato il 15 Ottobre 2010, 12:51
Originariamente inviato da: supertigrotto
Almeno il pannello deve avere un refresh di 120 hz,quindi in 2d teoricamente dovrebbe rendere bene con le immagini.
I produttori stanno usando il 3d ready per alzare i margini risicati,se ne era parlato tempo fa.
A me piacerebbe acquistare una tv 3d ma per adesso i costi sono altini.....


gli lcd non hanno il refresh e la frequenza indica solo il numero di immagini al secondo.

i televisori 3d gestiscono 2 flussi da 50hz, i 60 sono in america, che non fanno 100hz ma sempre 50+50hz, in 2d sempre 50hz sono.

come ho detto il c750 viene sui 900 e come qualità è superiore ai led di fascia alta samsung, ovviamente è inferiore ai migliori full-led di altri produttori.
Commento # 9 di: fraussantin pubblicato il 15 Ottobre 2010, 13:45
che palle sta tecnologia propio non la reggo.

spero non diventi mai uno standard.

sapete bello uno che guarda la tv mentre lavora o mentre studia. o mentre sfoglia una rivista mentre fa le faccende

metti gli occhiali togli gli occhiali

metti gli occhiali togli gli occhiali

metti gli occhiali togli gli occhiali.

speriamo resti per molto tempo a costi proibitivi.
Commento # 10 di: the_joe pubblicato il 15 Ottobre 2010, 13:54
Originariamente inviato da: fraussantin
che palle sta tecnologia propio non la reggo.

spero non diventi mai uno standard.

sapete bello uno che guarda la tv mentre lavora o mentre studia. o mentre sfoglia una rivista mentre fa le faccende

metti gli occhiali togli gli occhiali

metti gli occhiali togli gli occhiali

metti gli occhiali togli gli occhiali.

speriamo resti per molto tempo a costi proibitivi.



Mi pare che nel tentativo di screditarla si arrivi a picchi di assurdità incredibili.....

Intanto nessuno costringe nessuno a vedere il 3D se ce l'hai lo guardi altrimenti ne fai a meno, poi se hai intenzione di vederti un film in 3D magari è perchè te lo vuoi gustare appieno e non è certamente il caso di mettersi a fare le faccende o leggere un libro mentre si assiste ad un altro spettacolo, e poi vorrei sapere chi ti costringe a toglierti gli occhiali una volta che li hai indosso, se devi fare qualcosa di relativamente breve puoi anche tenerli su che non ti accecano mica......

Comunque sono d'accordo con chi dice che per godersi il 3D servono schermi grossi (il cinema resta la soluzione migliore), altimenti l'esperienza risulta riduttiva, sembra di osservare una finestra da cui gli oggetti vengono fuori....
Totale commenti: 18 « Pagina Precedente | Pag 1 di 2 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

31.01.2015

Google manca le aspettative di Wall Street, ma il trimestre è positivo

Google ha annunciato i risultati finanziari dell'ultimo trimestre del 2014. La società è in crescita su base annuale, ma non riesce a raggiungere le aspettative...

30.01.2015

F5 Networks rafforza la partnership con Cisco e presenta la nuova versione di BIG-IQ

Nell'annunciare la nuova versione della soluzione destinata all'Application Delivery, F5 Networks rafforza la partnership strategia con Cisco grazie ad...

30.01.2015

Gli USA ridefiniscono la banda larga a 25/3Mbps: il dato che fa vergognare l'Italia

La Federal Communications Commission (FCC) ha ridefinito i criteri per la banda larga, non più da 4/1 Mbps rispettivamente in download e upload, ma da...

29.01.2015

Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Come ampiamente previsto, Samsung fa segnare un trimestre in negativo con calo di utili e fatturato per la prima volta in tre anni. A trascinare verso...

29.01.2015

Servizi a pagamento non richiesti: ecco cosa chiede il Garante agli operatori telefonici

Già pubblica la prima delibera che affronta il problema dell'attivazione non richiesta dei servizi cosiddetti Premium sui telefoni cellulari. Sono tre...

29.01.2015

Solida la trimestrale di Facebook, grazie agli utenti da mobile

Il social network pubblica i risultati del quarto trimestre fiscale e dell'intero anno. Buona crescita in utile e fatturato, quest'ultimo costituito in...

28.01.2015

Quantum Dot stampabili dall'University of Illinois

Un particolare sistema simile alla stampa a getto di inchiostro permette di realizzare pattern complessi e ad alta definizione di quantum dot, aprendo...

28.01.2015

Apple, ancora un trimestre da record grazie ai nuovi iPhone

La Mela fa segnare il record della sua storia per quanto riguarda utili e fatturato. La Cina diventa un mercato di importanti dimensioni, e a fronte di...

27.01.2015

In crescita le vendite di Lumia e Surface, l'hardware di Microsoft

I risultati trimestrali dell'azienda, riferiti al periodo di fine 2014, mostrano un fatturato in crescita e un'azienda in costante trasformazione. Buoni...

27.01.2015

IBM, taglio di 111 mila dipendenti? Non proprio

Alcune indiscrezioni parlano di un'operazione che porterà al taglio del 26% della forza lavoro dell'azienda. Ma Big Blue smentisce le dimensioni dell'operazione,...

27.01.2015

Un chip tridimensionale con transistor a nanotubi di carbonio

Un gruppo di ricercatori della Stanford University è riuscito ad impiegare i nanotubi di carbonio per creare un circuito integrato monolitico con memoria...

26.01.2015

Chip mobile di Intel: vendono tanto, ma costano all'azienda anche di più

Intel ha perseguito nel corso del 2014 una strategia commerciale mirante alla crescita della quota di mercato nei dispositivi mobile, tablet e smartphone....

26.01.2015

Un laser di germanio-stagno per i collegamenti ottici on-chip

Un gruppo di ricercatori studia un modo per realizzare laser a base di semiconduttori direttamente sul silicio, per costruire un sistema di comunicazioni...

26.01.2015

Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Le due aziende insieme acquistano semiconduttori per un valore combinato di 57 miliardi di dollari. Ma i colossi cinesi iniziano a crescere e i prossimi...