Apple e Foxconn, spese condivise per il miglioramento delle condizioni di lavoro

Apple e Foxconn, spese condivise per il miglioramento delle condizioni di lavoro

Autore: Andrea Bai Categoria: Mercato
Le spese necessarie al miglioramento delle condizioni di lavoro dei dipendenti Foxconn saranno sostenute anche da Apple, anche se non è noto in quale misura

Apple e Foxconn condivideranno i costi associati al miglioramento delle condizioni lavorative presso le fabbriche in Cina dove vengono assemblati i prodotti come iPhone ed iPad.

Terry Gou, CEO di Foxconn, ha rivelato che almeno inizialmente Apple contribuirà alle operazioni per le migliorie. Non è tuttavia stato rivelato quanto sarà la spesa compessiva di Foxconn e di Apple per la causa, o come saranno spartiti i costi.

Le dichiarazioni sono state rilasciate nel corso della giornata di ieri all'inaugurazione delle operazioni per la costruzione di un nuovo centro operativo da 10 mila metri quadri a Shanghai, progetto che verrà completato nel corso del 2015.

Le condizioni di lavoro dei dipendenti Foxconn sono state spesso oggetto di critica, con il produttore che è stato più volte accusato di sfruttamento dei lavoratori. Nei mesi recenti la compagnia ha lavorato per cercare di cambiare questa percezione, anche con l'intervento di Apple che ha commissionato una serie di indagini a società indipendenti.

Le indagini hanno trovato alcune violazioni, portando Foxconn a ridurre le ore di lavoro dei dipendenti e a risolvere tali violazioni. Foxconn ha inoltre aumentato il salario per i propri lavoratori come forma di compensazione per la riduzione delle ore di lavoro.

Commenti (6) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Azib pubblicato il 11 Maggio 2012, 09:38
Direi che è proprio ora! Visto tutti i miliardi che fanno, investirne alcuni per migliorare le condizioni di lavoro degli operai non credo pesi molto nel bilancio dell'azienda.
Commento # 2 di: +Benito+ pubblicato il 11 Maggio 2012, 10:44
E fu così che anche gli schiavi cinesi vollero aumentare il loro livello sociale. La fine del benessere nel mondo occidentale.
Commento # 3 di: daniluzzo pubblicato il 11 Maggio 2012, 12:28
Originariamente inviato da: +Benito+
E fu così che anche gli schiavi cinesi vollero aumentare il loro livello sociale. La fine del benessere nel mondo occidentale.


Forse l'inizio del benessere occidentale.
Molti dei problemi qui derivano dalla tentazione degli imprenditori di delocalizzare in alcune zone dell'est per abbassare i costi di produzione; e chi se ne frega se il confine tra lavoro duro e schiavitù viene spesso oltrepassato.
Condizioni pari per tutti e forse avremo più lavoro noi.
Il discorso è un po' teorico ma in linea di massima la penso così.

Poi bisogna vedere se il "miglioramento" che cerca la Apple con Foxconn non sia dello 0.000000.. % rispetto ad oggi; fate un quarto d'ora in meno a settimana e prendete 1 dollaro in più al mese. E vi mettiamo la mensa in azienda!
Commento # 4 di: +Benito+ pubblicato il 11 Maggio 2012, 15:23
Se le componenti di cui è fatto tutto oggigiorno avessero i costi necessari per farle qui, i prezzi degli oggetti sarebbero più alti. Concordo che è parobabilmente l'unica via ma la gente è mediamente troppo stupida per capire che se si vuole andare avanti senza finire un baratro ci sarà da accettare dei compromessi non trascurabili. Fosse per me darei un premio a chi è una socca e invece di impegnare la scuola pubblica impara a usare l'aratro.
Commento # 5 di: egrrob pubblicato il 11 Maggio 2012, 21:27
Beh...Almeno la Apple propone qualche cosa.
Le altre multinazionali che si forniscono dalla stessa Foxconn non mi pare che si siano proposte, vedi HP, Dell ecc.
Non capisco veramente chi critica ed ha un atteggiamento negativo per partito preso
Commento # 6 di: +Benito+ pubblicato il 12 Maggio 2012, 11:52
Sono d'accordo che sia positivo che si riduca lo sfruttamento di queste popolazioni, basta rendersi conto che il loro miglioramento in qualità della vita lo paghiamo con un peggioramento della nostra qualità della vita, e che tra un po' le fabbriche si faranno nell'africa subsahariana per sfruttare manodopera ancora a più basso prezzo. Finiti gli uomini, il consumismo e l'industrializzazione così spinta finiranno...
Totale commenti: 6 « Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

03.07.2015

Il presidente di Intel lascia l'incarico dopo 28 anni di carriera nella società

Dopo 25 anni di carriera in Intel, Renee James, attuale Presidente della società, persegue nuovi obiettivi di carriera. Lascia Intel, e Krzanich coglie...

30.06.2015

Microsoft interessata ad AMD: il rumor è online

Nuove indiscrezioni vedono Microsoft interessata ad acquisire AMD, mossa che le permetterebbe di rinforzarsi nel design di chip destinati all'utilizzo...

29.06.2015

PCI Express 4.0 in arrivo non prima del 2017

La prossima generazione della tecnologia di collegamento tra periferiche più utilizzata al momento non arriverà prima di 1 anno e mezzo, per via dei molti...

29.06.2015

Due nuove schede video della famiglia Quadro da NVIDIA

Anticipate da alcune informazioni riportate dai driver NVIDIA, le schede Quadro M5000 e M4000 andranno a completare la famiglia di schede dell'azienda...

26.06.2015

I piani di Microsoft per l'anno a venire: aiutare a migliorare la produttività

Satya Nadella, CEO dell'azienda, con un memo ai dipendenti delinea quelle che saranno le strategie dell'azienda per i mesi a venire. Al centro la strategia...

24.06.2015

Camion Samsung 'trasparenti' nel nome della sicurezza su strada

Samsung porta alla realtà un concept del 2009, grazie al quale i camion di domani potranno essere "trasparenti", nel nome della sicurezza

23.06.2015

Da Qualcomm la fotocamera che riconosce scene e oggetti che inquadra

Qualcomm Zeroth è ispirato al funzionamento del nostro cervello e utilizzando tecniche di 'Deep Learning' analizza quello che trova di fronte a sé andando...

22.06.2015

Cresce l'interesse per i dispositivi mobile ibridi: oltre 21 milioni nel 2015

Nel corso del 2015 le vendite di questi dispositivi rappresenteranno circa il 12% del volume complessivo di PC portatili immessi sul mercato; stime di...

22.06.2015

Uno spinoff in vista per AMD? In teoria si, ma poco probabile in pratica

Reuters rilancia una indiscrezione emersa in più occasioni nel passato: AMD starebbe preparando uno spinoff delle proprie attività, con una delle opzioni...

19.06.2015

L'operatore postale al tempo della digitalizzazione: il parere di Nexive

Come si integra l'attività di un operatore postale all'interno di un mondo sempre più digitale? Ci offre una visione della situazione Benedetto Mangiante,...

19.06.2015

Indossabili, un mercato che cresce in salute

Le previsioni di crescita del mercato wearables sono positive e nel corso dei prossimi anni lo scenario muterà in maniera sensibile creando nuove opportunità...

18.06.2015

Una batteria economica con acqua sporca e carta piegata

Piegando opportunamente un foglio di carta e imbevendolo di acqua ricca di microorganismi è possibile generare pochi microwatt grazie alla respirazione...

17.06.2015

Rimescolamento dirigenziale in Microsoft, via anche Stephen Elop

L'azienda decide di riorganizzare il team dei dirigenti, accorpando alcune divisioni e salutando alcune figure di rilievo, tra cui l'ex-CEO di Nokia Stephen...

16.06.2015

MX3D, la stampa 3D per costruire un ponte direttamente in loco

Una startup olandese unirà le due sponde di un canale di Amsterdam grazie all'impiego di due particolari robot capaci di estrudere e saldare il metallo...