Facebook e Instagram: l'acquisizione è stata completata 07/09/2012 ore 08:07

Facebook e Instagram: l'acquisizione è stata completata

Autore: Paolo Corsini Categoria: Mercato
Giunto l'OK da parte delle autorità antitrust nord Americane, Facebook ha completato l'acquisizione di Instagram. Cambia tuttavia il costo, che scende dall'originario miliardo di dollari a poco pià di 730 milioni: uno degli effetti della svalutazione delle azioni Facebook

Facebook ha completato l'operazione di acquisizione di Instagram, annunciata inizialmente lo scorso mese di Aprile e sino ad ora in attesa del nulla osta da parte dell'autorità di antitrust nord Americana.

L'accordo era stato inizialmente quantificato con controvalore pari a circa 1 miliardo di dollari, ma a seguito della quotazione in borsa di Facebook e della successiva contrazione del valore delle azioni è ora quantificabile in poco più di 730 milioni di dollari. Facebook ha offerto per Instagram 300 milioni di dollari in contanti e 23 milioni di azioni Facebook.

E' stato nuovamente rimarcato come sia intenzione di Facebook quella di continuare lo sviluppo di Instagram in modo indipendente, mantenendone il brand e le linee guida differenti da quelle di Facebook. L'accesso alle risorse, in termini di ricerca e sviluppo, interne a Facebook dovrebbe permettere al team di Instagram di migliorare rapidamente la propria applicazione.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul blog ufficiale di Facebook, a questo indirizzo.

Commenti (8) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Pegamugh pubblicato il 07 Settembre 2012, 09:50
wow due colossi dell'informatica che si uniscono, mi immagino già le quotazioni in borsa che volano!
Commento # 2 di: LORENZ0 pubblicato il 07 Settembre 2012, 12:02
Originariamente inviato da: Pegamugh
wow due colossi dell'informatica che si uniscono, mi immagino già le quotazioni in borsa che volano!


"colossi dell'informatica" FaceBook ed Instagram????? ah beh...

Spero per chi ha venduto Instagram che le quotazioni si alzino perchè, a mio parere, proprio quei "23 milioni di azioni" sono il punto nero dell'operazione! sono quotate (adesso) 18,96 e sono partite da quasi 40 solo pochi mesi fa...
Ritengo non appena FaceBook si sgonfierà che le sue azioni faranno la fine di tante azioni della "new economy" solo una decina di anni fa: cioè diventeranno carta straccia!
Commento # 3 di: DevilTyphoon pubblicato il 07 Settembre 2012, 13:27
Chi ha investito in FB ora sarà un tantinello incazzato.
Commento # 4 di: Gnaffer pubblicato il 07 Settembre 2012, 14:28
No.. una cosa non ho capito.. perchè allo scendere del valore di fb in borsa è sceso il prezzo che fb stessa ha dovuto pagare?
Non dovrebbe essere l'incontrario? cioè il prezzo dell'acquisizione diminuisce se Instagram diminuisce di valore
Commento # 5 di: Ilovemarco pubblicato il 07 Settembre 2012, 19:53
Originariamente inviato da: Gnaffer
No.. una cosa non ho capito.. perchè allo scendere del valore di fb in borsa è sceso il prezzo che fb stessa ha dovuto pagare?
Non dovrebbe essere l'incontrario? cioè il prezzo dell'acquisizione diminuisce se Instagram diminuisce di valore


Perchè per contratto una parte del pagamento facebook l'avrebbe corrisposta in un numero n di azioni. Inizialmente era n (= numero di azioni pattuito) x 38 dollari,ora che il valore delle azioni è sceso mi pare a 20 dollari circa il corrispettivo totale è sceso.

Stupidi quelli che hanno contrattato per insta.
Commento # 6 di: Wildhoney pubblicato il 07 Settembre 2012, 23:26
Originariamente inviato da: LORENZ0
"colossi dell'informatica" FaceBook ed Instagram????? ah beh...

Spero per chi ha venduto Instagram che le quotazioni si alzino perchè, a mio parere, proprio quei "23 milioni di azioni" sono il punto nero dell'operazione! sono quotate (adesso) 18,96 e sono partite da quasi 40 solo pochi mesi fa...
Ritengo non appena FaceBook si sgonfierà che le sue azioni faranno la fine di tante azioni della "new economy" solo una decina di anni fa: cioè diventeranno carta straccia!


Così ad occhio il primo commentatore sembrava sarcastico
Commento # 7 di: Altair[ITA] pubblicato il 08 Settembre 2012, 14:35
il fascino del sarcasmo sta nel non essere afferrato da tutti
Commento # 8 di: Gnaffer pubblicato il 11 Settembre 2012, 14:14
Originariamente inviato da: Ilovemarco
Perchè per contratto una parte del pagamento facebook l'avrebbe corrisposta in un numero n di azioni. Inizialmente era n (= numero di azioni pattuito) x 38 dollari,ora che il valore delle azioni è sceso mi pare a 20 dollari circa il corrispettivo totale è sceso.

Non fa una piega grazie per la spiegazione
Totale commenti: 8 « Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

24.04.2014

RevoDrive 350, il nuovo SSD PCIe enterprise di OCZ

OCZ presenta un nuovo Solid State Drive PCIe, caratterizzato da ottimi valori di transfer rate e una logica di gestione ottimizzata per reggere prestazioni...

24.04.2014

Nei primi 3 mesi del 2014 è il mobile a spingere il fatturato di Facebook

I risultati finanziari del primo trimestre 2014 evidenziano una forte crescita dell'utilizzo di Facebook da dispositivi mobile, ma questo non è un limite...

24.04.2014

Apple, solido trimestre grazie ad iPhone e molte novità per gli azionisti

La Mela annuncia un fatturato trimestrale di oltre 45 miliardi di dollari, grazie ad una crescita del 17% delle vendite di iPhone. Per gli azionisti incremento...

22.04.2014

Confermato il debutto nella seconda metà dell'anno per la prima CPU AMD Opteron su base ARM

Il lancio della prima soluzione AMD Opteron basata non su architettura x86 ma su core ARM è stata confermata dall'azienda per la seconda metà dell'anno;...

19.04.2014

Consegne PC EMEA: il mercato si stabilizza nel primo trimestre

Grazie ad una forte domanda in Europa Occidentale proveniente dal mondo business, il mercato PC in EMEA mostra segni di stabilizzazione, con la ripresa...

18.04.2014

AMD mostra in funzione le future soluzioni Opteron con HSA

E' ormai vicino il debutto sul mercato dei processori AMD Opteron basati su architettura Berlin, soluzioni con GPU e CPU integrate che porteranno per la...

18.04.2014

Un buon inizio d'anno per AMD, grazie ai chip per console

L'azienda americana totalizza vendite per 1,4 miliardi di dollari nei primi 3 mesi del 2014, segnando un utile operativo e un risultato netto negativo...

17.04.2014

Google, un primo trimestre che non soddisfa gli analisti

L'azienda di Mountain View registra una crescita di fatturato e utili, ma disattende le stime degli analisti. A pesare, tra l'altro, sono i costi per acquisizioni...

16.04.2014

I primi 3 mesi del 2014 di Intel, tra soluzioni professionali e SoC per tablet

L'azienda americnaa chiude il primo trimestre 2014 con un risulato positivo ma in calo sequenziale; buone le performances dalle vendite di processori per...

16.04.2014

Bitcoin, Mt.Gox pensa alla liquidazione totale

Il servizio di cambio sembra non aver più alcuna intenzione di rimettere in sesto le attività e ha avanzato richiesta per le procedure di liquidazione

16.04.2014

Yahoo torna in leggera crescita, spiazzando analisti e mercato

I risultati del primo trimestre superano le attese degli analisti, con Yahoo che sembra aver interrotto il periodo negativo

16.04.2014

Amazon prende le distanze da Bitcoin

Il popolarissimo sito di e-commerce non accetta la criptovaluta ma potrebbe essere orientato in futuro alla realizzazione di un network di pagamenti proprietario...

16.04.2014

Telecom: fibra ottica per metà degli italiani entro due anni

Roberto Opilio di Telecom Italia ha oggi dichiarato i piani futuri della società: l'obiettivo è quello di portare la fibra ottica in 12,4 milioni di case...

15.04.2014

Micron riduce gli esuberi, con il coinvolgimento di STM

Micron e i rappresentanti dei lavoratori trovano un accordo: i 419 esuberi vengono ridotti a 48, grazie anche all'impegno di STM che assorbirà 170 lavoratori...