Globalfoundries, acquisizione di ProMOS all'orizzonte

Globalfoundries, acquisizione di ProMOS all'orizzonte

Autore: Andrea Bai Categoria: Mercato
Le due realtà avrebbero raggiunto un'accordo di acquisizione. In questo modo Globalfoundries può coltivare nuove relazioni nell'area taiwanese

Globalfoundries ha raggiunto un accordo volto all'acquisizione di ProMOS Technologies per un'operazione del valore compreso tra 20 e 30 miliardi di dollari taiwanesi (circa 1 miliardo di dollari USA). L'informazione è stata publicata sul quotidiano taiwanese Digitimes. Grazie a quoesto accordo Globalfoundries potrà entrare in possesso della fabbrica produttiva di wafer di ProMOS situata a Taichung, aprendo così nuove possibilità di relazione con le realtà taiwanesi impegnate nella progettazione di logica e circuiteria integrata.

Una volta completata l'acquisizione ProMOS potrà proseguire il business in corso con i propri clienti per i prossimi due anni. L'azienda è nota come produttore di memorie DRAM, anche se ha recentemente rielaborato i piani per spostare il proprio business dal mercato di nicchia delle memorie verso differenti tipologie di prodotto.

ProMOS ha in precedenza venduto lo stabilimento produttivo di Hsinchu Science Park nella regione nord di Taiwan a Macronix International, con l'obiettivo di concentrare le proprie risorse su una sola fabbrica e con l'obiettivo di tornare alla profittabilità. ProMOS ha però registrato un passivo nel quarto trimestre dello scorso anno e si trova ora ad essere rimossa dal listino della borsa di Taiwan dal momento che la contrattazione delle azioni è stata sospesa a settembre 2011 per via dell'incapacità di rilasciare per tempo i rendiconti finanziari richiesti.

Lo stabilimento di Taichung è in grado di produrre 60 mila wafer d 12 pollici al mese. Attualmente Globalfoundries detiene due fabbriche a 12 pollici, una a Dresda e l'altra a Singapore, che le consentono di raggiungere una capacità di produzione mensile di 130 mila wafer. L'aziena è inoltre prossima ad allestire una nuova fabbrica a 12 pollici a New York, con la produzione pilota che dovrebbe partire per la fine del 2012.

L'acquisizione di ProMOS consentirà così a Globalfoundries a sviluppare e coltivare nuovi rapporti con le realtà taiwanesi che attualmente trovano principalmente in TSMC e UMC i loro partner produttivi per la realizzazione di soluzioni a 65 nanometri. Provando ad ipotizzare i prossimi passi di Globalfoundries è verosimile supporre un tentativo di avvicinare anche le realtà con sede in Cina.

Nel corso del 2011 il marketshare di Globalfoundries si è collocato attorno al 12%, preceduta dalla taiwanese UMC. TSM è al primo posto detenendo invece il 55% del mercato.

Commenti (1) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: WarSide pubblicato il 24 Febbraio 2012, 12:14
Cavolo, ma almeno convertite le unità di misura ed usate il SI

Si è sempre scritto wafer da 300mm (12", sono dovuto andare su google a farmi la conversione per capire se erano da 300 o meno...
Totale commenti: 1 « Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

29.01.2015

Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Come ampiamente previsto, Samsung fa segnare un trimestre in negativo con calo di utili e fatturato per la prima volta in tre anni. A trascinare verso...

29.01.2015

Servizi a pagamento non richiesti: ecco cosa chiede il Garante agli operatori telefonici

Già pubblica la prima delibera che affronta il problema dell'attivazione non richiesta dei servizi cosiddetti Premium sui telefoni cellulari. Sono tre...

29.01.2015

Solida la trimestrale di Facebook, grazie agli utenti da mobile

Il social network pubblica i risultati del quarto trimestre fiscale e dell'intero anno. Buona crescita in utile e fatturato, quest'ultimo costituito in...

28.01.2015

Quantum Dot stampabili dall'University of Illinois

Un particolare sistema simile alla stampa a getto di inchiostro permette di realizzare pattern complessi e ad alta definizione di quantum dot, aprendo...

28.01.2015

Apple, ancora un trimestre da record grazie ai nuovi iPhone

La Mela fa segnare il record della sua storia per quanto riguarda utili e fatturato. La Cina diventa un mercato di importanti dimensioni, e a fronte di...

27.01.2015

In crescita le vendite di Lumia e Surface, l'hardware di Microsoft

I risultati trimestrali dell'azienda, riferiti al periodo di fine 2014, mostrano un fatturato in crescita e un'azienda in costante trasformazione. Buoni...

27.01.2015

IBM, taglio di 111 mila dipendenti? Non proprio

Alcune indiscrezioni parlano di un'operazione che porterà al taglio del 26% della forza lavoro dell'azienda. Ma Big Blue smentisce le dimensioni dell'operazione,...

27.01.2015

Un chip tridimensionale con transistor a nanotubi di carbonio

Un gruppo di ricercatori della Stanford University è riuscito ad impiegare i nanotubi di carbonio per creare un circuito integrato monolitico con memoria...

26.01.2015

Chip mobile di Intel: vendono tanto, ma costano all'azienda anche di più

Intel ha perseguito nel corso del 2014 una strategia commerciale mirante alla crescita della quota di mercato nei dispositivi mobile, tablet e smartphone....

26.01.2015

Un laser di germanio-stagno per i collegamenti ottici on-chip

Un gruppo di ricercatori studia un modo per realizzare laser a base di semiconduttori direttamente sul silicio, per costruire un sistema di comunicazioni...

26.01.2015

Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Le due aziende insieme acquistano semiconduttori per un valore combinato di 57 miliardi di dollari. Ma i colossi cinesi iniziano a crescere e i prossimi...

23.01.2015

Stangate dall'Antitrust: TIM, Vodafone, H3G e Wind multate per servizi a pagamento non richiesti

L'Antitrust ha multato le più grandi compagnie telefoniche italiane per via di comportamenti scorretti nei confronti degli utenti. La situazione è destinata,...

22.01.2015

Google sarà un operatore di rete mobile in MVNO entro la fine dell'anno

Google sta portando a termine gli accordi con le compagnie telefoniche per disporre delle loro reti e divenire un operatore telefonico virtuale. Le novità...

22.01.2015

Supercondensatori flessibili grazie al grafene ottenuto con il laser

La Rice University riesce a realizzare supercondensatori a base di grafene con un processo relativamente semplice ed immediato. I supercondensatori così...