Intel e Nissan: Atom per i sistemi di infotainment

Intel e Nissan: Atom per i sistemi di infotainment

Autore: Andrea Bai Categoria: Mercato
Le due aziende annunciano una collaborazione per portare i processori Atom al cuore dei sistemi di infotainment dell'azienda giapponese

Intel Corporation ha annunciato di aver stretto un accordo con Nissan Motor Company per lo sviluppo di sistemi di infotainment basati su processori Atom che saranno impiegati su veicoli selezionati della casa giapponese a partire dal 2013. La prima dimostrazione del frutto di questo accordo è data, in forma di prototipo, sull'automobile Infiniti LE in esposizione in questi giorni presso l'International Auto Show di New York. L'azienda di Santa Clara prosegue il proprio cammino sulla strada dell'infotainment, dopo l'annuncio di un piano di investimento reso noto all'inizio dello scorso mese di marzo.

Ton Steenman, vicepresidente della divisione Intelligent Systems Group di Intel, ha commentato: "La tecnologia ed i veicoli sono componenti integranti della vita di tutti i giorni e combinandoli possiamo arrivare ad una mobile lifestyle veramente connessa. La potenza dei processori Atom permette a Nissan di portare l'informazione e l'intrattenimento ai conducenti e passeggeri in maniera sicura e apre la via a esperienze di guida più divertenti".

L'azienda di Santa Clara, con l'intento di estendere la propria portata anche in altri campi, ha già stretto un accordo con Toyota nel 2011 per lo sviluppo di sistemi infotainment, così come con BMW e Mercedes-Benz. La collaborazione con i costruttori di veicoli potrebbe rappresentare per Intel un'interessante opportunità mettendo il colosso di Santa Clara nella condizione di muovere volumi di processori piuttosto importanti.

I produttori di automobili hanno da diverso tempo spostato l'attenzione allo sviluppo di sistemi infotainment come modo per differenziarsi dai concorrenti. Una delle novità più interessanti presentate nei mesi passati è il sistema Sync di Ford, dove molte delle sue funzionalità prevedono il collegamento dei nostri dispositivi personali (smartphone, lettore multimediale) al computer di bordo. Anche il progetto in corso tra Intel e Nissan pare essere orientato in questa direzione, con le due realtà che batteranno in particolare la strada della connessione tra l'automobile ed i dispositivi CE.

L'automobile Infiniti LE è la concept car ad emissioni zero, sviluppata sulla base di Nissan Leaf, che l'azienda giapponese propone per il mercato luxury. Il sistema di infotainment presente su Infiniti LE e basato su processore Atom prevede la presenza di un doppio schermo che consente la visualizzazione simultanea delle informazioni sul traffico e sull'itinerario da una parte, e di contenuti di intrattenimento dall'altra. Attualmente Nissan non ha comunicato quali saranno i modelli di vetture che dal prossimo anno saranno equipaggati con i nuovi sistemi di infotainment a base Atom.

Le attività di ricerca congiunte si muoveranno poi attorno ai collegamenti con dispositivi mobile, ai servizi cloud e alla videosorveglianza tramite smartphone. Intel sta inoltre pensando di inserire, in futuro, anche una consistente componente software, integrata nei chip, con applicazioni di sicurezza grazie al supporto di McAfee.

Commenti (15) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: H.D. Lion pubblicato il 06 Aprile 2012, 16:54
Nooooo! Dopo aver rovinato i netbook, gli pseudoserver e gli htpc adesso anche le automobili........

Lancio un appello: "Distruggete quella sottospecie di procio fondo di magazzino".

ATOM a morte....
Commento # 2 di: Stevejedi pubblicato il 06 Aprile 2012, 18:19
[OT]
Continuo a non capire questo accanimento contro Atom. Sono processori ottimizzati per la batteria, un utilizzo office, ed un costo stupido.
Volete un netbook ma col processore più potente? Ora si chiamano ultrabook, ed in media costano circa più di 700 euro, dalle 2 a 3 volte in più di un netbook.
[/OT]

Per quanto riguarda le automobili non ha senso criticare la piattaforma hardware, ma piuttosto bisogna vedere come si comporta il software dedicato.
E vorrei inoltre ricordarvi che il nuovo Atom N2600 consuma solo 3.5W massimi, che in un'auto sono una sciocchezza.
Per concludere, vorrei ricordare che questa mossa farà calare il prezzo degli optional infotainment di parecchio...
Commento # 3 di: Stevejedi pubblicato il 06 Aprile 2012, 19:13
Originariamente inviato da: flower79
confronto pratico:
scheda Mini2440 con S3C2440 ARM920T a 400Mhz = 1,5W
Atom N2600 (solo CPU) = 3,5W
...in ambito auto...la batteria ringrazia.


Beh, stiamo parlando di valori totalmente irrisori e piattaforme diverse. L'Atom è decisamente molto più potente dell'ARM e permetterebbe scenari di utilizzo più avanzati.

Nel TDP dell'N2600, se non erro, viene calcolato anche il consumo della GPU. Ma mettiamo pure che consumi 10W.
[Tono amichevole]
Accendi la radio e dimmi quanto ti consuma il sistema. Ok, non ti piace sentire la radio ma solo il rumore dell'auto... e di notte? Guarda che è reato girare coi fari spenti per salvare la batteria...
Commento # 4 di: maumau138 pubblicato il 06 Aprile 2012, 19:15
Comodo, così possono raffreddarlo col radiatore dell'auto, e d'inverno si risparmia col riscaldamento.
ARM faceva così schifo?
Commento # 5 di: Stevejedi pubblicato il 06 Aprile 2012, 20:52
Originariamente inviato da: maumau138
Comodo, così possono raffreddarlo col radiatore dell'auto, e d'inverno si risparmia col riscaldamento.
ARM faceva così schifo?


3.5W li raffreddi fanless... ho un SU7300 (10W TDP di [U]solo[/U] processore) sul portatile e solo se portato sotto stress si attiva la ventola, anche d'estate.

Citando Intel... il kit TDP è di 5W.
Commento # 6 di: imayoda pubblicato il 06 Aprile 2012, 23:25
Originariamente inviato da: flower79
confronto pratico:
scheda Mini2440 con S3C2440 ARM920T a 400Mhz = 1,5W
Atom N2600 (solo CPU) = 3,5W
...in ambito auto...la batteria ringrazia.


sulla mini non ci gira nemmeno android... rimarrebbe solo info e niente più tainment
Commento # 7 di: MiKeLezZ pubblicato il 07 Aprile 2012, 02:54
Originariamente inviato da: flower79
confronto pratico:
scheda Mini2440 con S3C2440 ARM920T a 400Mhz = 1,5W
Atom N2600 (solo CPU) = 3,5W
...in ambito auto...la batteria ringrazia.

Trovo ridicolo attaccarsi a 2W di differenza quando accendere i fari dell'auto consuma 100W, mentre il condizionatore 3000W.
Commento # 8 di: argent88 pubblicato il 07 Aprile 2012, 12:44
"la potenza di atom" e dopo 2 mesi l'utente torna col visto truce..

http://www.autoblog.it/post/39583/luxgen-5-sedan-da-taiwan-con-head-up-display-e-android

Già linkato tempo fa.


Sinceramente sono più utili head-up display piuttosto, o sistemi già installati come Android. Beh, pensandoci nulla vieta di mettere android su questi atom, ma temo vorranno metterci Tizen.
Commento # 9 di: Vash_85 pubblicato il 07 Aprile 2012, 14:18
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Trovo ridicolo attaccarsi a 2W di differenza quando accendere i fari dell'auto consuma 100W, mentre il condizionatore 3000W.


Lol quoto, forse in 30 anni di utilizzo ininterrotto risparmia 0.5l di benzina... forse...
Commento # 10 di: Stevejedi pubblicato il 07 Aprile 2012, 14:40
Comunque per esperienza personale, il sistema infotainment della nuova Citroën C4 ha una ventolina che parte quando si avvia il pannello... non ho trovato informazioni tecniche a riguardo, sapete che sistema monta?
Totale commenti: 15 « Pagina Precedente | Pag 1 di 2 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

18.12.2014

Valleytronics, si apre la strada ad una nuova tecnica per codificare l'informazione

L'idea è quella di codificare l'informazione basandosi su una caratteristica dell'elettrone diversa dalla carica e dallo spin. Un materiale bidimensionale...

17.12.2014

Siamo a quota 2 miliardi di smarthone attivi a livello globale

Superata una soglia a dir poco significativa, quella dei 2 miliardi di smartphone attivi; Android continua a farla da padrone ma nel futuro si apre spazio...

17.12.2014

Cerotti antidolorifici, anche loro presto diventeranno smart

Una struttura in rame che può flettersi ed estendersi senza subire danni: è questa la base per un cerotto termico riutilizzabile, che può essere controllato...

16.12.2014

Grosso tonfo di Samsung sul mercato smartphone, ne approfitta Xiaomi

Xiaomi cresce su base annuale alle spese di Samsung, entra nella Top 5 e insidia la connazionale Huawei. Ecco tutti i dati di Gartner per il mercato smartphone...

15.12.2014

Memorie a tecnologia ottica, il RIKEN prova una nuova strada

Un nuovo metodo di autoassemblaggio di particolari molecole fotocromiche potrebbe portare ad una più semplice produzione di memorie a tecnologia ottica...

12.12.2014

Indossabili e smart devices, previsioni di scenari per i prossimi anni

Gartner elabora una serie di previsioni rivolte ai dispositivi indossabili, ai sensori biometrici e ai dispositivi per la realtà virtuale/aumentata

11.12.2014

HP prepara Linux++, sistema operativo dedicato a The Machine

A partire da giugno 2015 HP metterà a disposizione una versione di Linux specifica per la sua nuova concezione di computer per avvicinare ad essa ricercatori,...

11.12.2014

Globalfoundries in cerca di ordinativi da Qualcomm e Apple

La fonderia spera di riuscire ad accaparrarsi qualche ordinativo per la produzione dei chip a 14 nanometri da parte delle due compagnie fabless

10.12.2014

Apple e IBM annunciano le prime app di IBM MobileFirst for iOS

Presentate le prime app nate dalla collaborazione strategica tra i due colossi, annunciata durante lo scorso mese di luglio

09.12.2014

Nel 2018 tablet o smartphone per tutte le attività online per oltre la metà degli utenti

Nel giro di pochi anni, soprattutto sul traino dei mercati emergenti, i dispositivi mobile saranno usati da oltre la metà del pubblico come unico strumento...

09.12.2014

TSMC ordina scanner EUV da ASML per prepararsi ai 7 nanometri

La fonderia taiwanese ha già ordinato due scanner EUV che saranno però inizialmente convertiti alla produzione standard e successivamente potrebbero essere...

05.12.2014

Check Point Capsule, sicurezza contro i rischi del BYOD

L'introduzione in azienda dei dispositivi personali rappresenta un rischio per la sicurezza dei dati, ne sono sempre più consapevoli i responsabili IT

04.12.2014

L'Università di Manchester scopre la permeabilità del grafene ai protoni

Potenzialità molto interessanti per lo sviluppo di batterie a celle di combustibile di maggior efficienza, ma la strada è ancora lunga

04.12.2014

Mercato server, un terzo trimestre di indugi con crescita limitata

HP, pur con un calo in consegne e fatturato, resta leader di mercato. A Cisco lo scettro della maggior crescita