La trasformazione di Sony passa attraverso 5 iniziative

La trasformazione di Sony passa attraverso 5 iniziative

Autore: Paolo Corsini Categoria: Mercato
Sono 5 i pilastri attraverso i quali Sony vuole ristrutturarsi e progressivamente riconquistare quella posizione di leader nel settore dell'elettronica di consumo. Al primo posto digital imaging, gaming e soluzioni mobile

Con questo comunicato stampa Sony ha annunciato la propria strategia di sviluppo futuro portate avanti dal nuovo management interno all'azienda, ben rappresentato dal nuovo CEO che ha acquisito questa carica dallo scorso 1 Aprile.

Una operazione di rivisitazione dell'attività interna al colosso Giapponese è da tempo richiesta: l'azienda infatti chiuderà, come già anticipato nei giorni scorsi, il proprio esercizio fiscale 2012 con un passivo, il quarto consecutivo. Cinque sono gli elementi chiave con i quali Sony intende intervenire e invertire il recente andamento negativo dell'azienda:

  1. rinforzare i core business: digital imaging, game e mobile;
  2. riportare il settore delle televisioni alla profittabilità;
  3. espandere le attività nei paesi emergenti;
  4. creare nuove attività di business e accelerare l'innovazione
  5. riallineare il pacchetto delle differenti attività di business, ottimizzando le risorse utilizzate.

Questa operazione di ristrutturazione interna porterà anche ad una riduzione dei dipendenti, quantificata in circa 10.000 persone pari a circa il 6% della forza lavoro totale. In questa cifra rientrano anche i dipendenti di quelle attività verticali che Sony cederà ad altre aziende, con operazioni destinate a concludersi nel corso dell'esercizio fiscale 2012 da pochi giorni iniziato.

Al centro della strategia Sony troviamo quindi una superiore attenzione verso il core business, rappresentato dai prodotti legati alla digital imaging, al gaming e al mondo mobile, senza per questo sottovalutare formule che permettano di dare nuovo vigore ad una divisione storica per Sony come quella legata alle televisioni.

In che modo e con quali risultati il colosso giapponese sarà in grado di ottenere questi risultati non è al momento ancora dato di sapere. Sin d'ora l'azienda evidenzia una proiezione di risultato per l'esercizio fiscale 2014, destinato a concludersi il 31 marzo 2015, con un margine operativo superiore del 5% e di un ROE del 105 per il Sony Group nel suo complesso.

Commenti (20) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: StyleB pubblicato il 14 Aprile 2012, 09:53
6-ricerca e sviluppo di tecnologie avanzate e qualitativamente eccellenti a prezzi abbordabili



se un azienda immette questo punto vince su ogni fronte.
Commento # 2 di: Verro pubblicato il 14 Aprile 2012, 10:17
Originariamente inviato da: StyleB
6-ricerca e sviluppo di tecnologie avanzate e qualitativamente eccellenti a prezzi abbordabili



se un azienda immette questo punto vince su ogni fronte.


Si, e una fettina di culo? Ora ok, le aziende spesso vogliono mangiarci con ricarichi del 10.000%, ma non possono nemmeno essere enti benefici!
Cioé, la ricerca e lo sviluppo di tecnologie avanzate, HA UN COSTO ENORME! Ci vogliono ANNI DI SVILUPPI, stipendi dei ricercatori, prototipi sbagliati, strade errate che vanno cancellate! Tutto questo ha UN COSTO SPAVENTOSO!

Ricordo solo che (stando alle voci), Sony vendeva la Ps3 IN PERDITA (almeno all'inizio) a causa degli elevatissimi costi che la sony aveva sostenuto per il Cell (tecnologia avanzata, in teoria).

Non dico che non vorrei quello che chiedi tu. Dico solo che è impossibile.

Ps: 9000 MESSAGGIIIII!
Commento # 3 di: StyleB pubblicato il 14 Aprile 2012, 10:34
certo ma il 99% delle volte ci mangiano su il mondo o rivendono la solita roba con un aggiornamento firmware e un cambio estetico (vedi lcd vari e non solo)
in più aggiungiamoci che producono esercizi di stile estremamente avanzati che poi non producono nonostante il fatto che arriverebbero a costare quanto quelli già in produzione.
ok non essere una onlus, ma certe volte rasentano davvero il ridicolo, non per nulla la sony è in perdita.
Commento # 4 di: Malek86 pubblicato il 14 Aprile 2012, 10:43
Mah.. in pratica non hanno detto niente. Hanno solo detto "dobbiamo fare meglio in quello che facciamo". Fossi un investitore, inizierei a preoccuparmi

Forse con la PS4 sarebbe il caso di utilizzare tecnologie collaudate e piú economiche, alla faccia del Cell.
Commento # 5 di: PATOP pubblicato il 14 Aprile 2012, 11:51
Se per PS4 adottera una soluzione simil PC basata su tecnologia discreta CISC x86 credo che fara anche una fine peggiore!
Il progetto CELL era e rimane un ottimo progetto/prodotto quello che e' mancato probabilmente e' un sistema di sviluppo all'altezza della situazione......in questo microsoft ha centrato il segno in quanto da sempre creatrice di software e non di hardware. Non a caso se le voci per la nuova xbox forrero veritiere sarebbe sostanzialmente confermata la tecnologia RISC.
Per il resto credo la maggior parte dei problemi di SONy siano imputabili all'incredibile bulldozer di SAMSUNG.........
Commento # 6 di: caly91 pubblicato il 14 Aprile 2012, 13:19
ma perchè il settore tv non è più profittevole??
Commento # 7 di: Malek86 pubblicato il 14 Aprile 2012, 14:13
Originariamente inviato da: caly91
ma perchè il settore tv non è più profittevole??


A quanto ne so, costi di produzione elevati, uniti a prezzi di vendita bassi causati dalla pesante competizione, nonchè il fatto che ormai il mercato non è più in crescita.

In linea di massima il problema non è solo della Sony, moltissimi produttori di TV oggigiorno perdono soldi o al massimo vanno malapena in pari. La Samsung è praticamente l'unica a riuscire a far quadrare i conti.

Ma la Sony ha avuto sicuramente più problemi degli altri, visto che perdevano soldi anche quando il mercato degli schermi piatti era in espansione... non ricordo bene com'era andata, ma credo che si fossero fossilizzati troppo a lungo sui CRT.
Commento # 8 di: AleK pubblicato il 14 Aprile 2012, 15:21
Così questa sarebbe la strategia pensata per risanare l'azienda? Potrebbe avere un senso ma non la raccontano giusta quando parlano di licenziamenti per 10000 persone.
Al primo punto si intuisce che investiranno più denaro nei settori che vanno bene. E questo lascia intendere che saranno anche quelli dove investiranno maggiormente nella ricerca e nell'innovazione. Al punto 3 si intuisce gia quale tipo di stratagemma utilizzeranno per far tornare proficui certi settori. Sempre più prodotti fatti in Cina, India, Tailandia e dove mano d'opera e materia prima siano a buon mercato. Io penso che sarà per lo meno doppio il numero di persone che lasceranno a casa. Il punto 4 mi spaventa. Creare nuovi buisness? Se intendono farlo col vecchio sistema, ovvero immettendo sul mercato accessori e periferiche proprietarie a costi assurdi per finanziare l'innovazione, li vedo destinati al fallimento. Il 5° punto è un pò ambiguo. Intendono riallocare il personale? Io l'ho inteso così, ma accetto suggerimenti.
Commento # 9 di: maxiena pubblicato il 14 Aprile 2012, 17:18
io tifo che Sony dia una bella mano allo sviluppo dei televisori OLED,
per riinverdire i fasti del vecchio Trinitron!
Commento # 10 di: Schernitore_Di_Paguri pubblicato il 14 Aprile 2012, 19:31
Non so da dove arrivino i dati finali, ma mi sembra che un ROE del 105% nel 2015 sia a dir poco un obiettivo utopico, visto che attualmente controllando su Yahoo Finance lo ha del -18.15% (in pratica gli azionisti perdono il 18% di quello che hanno investito nella compagnia).
Una ristrutturazione che pare proprio una mattanza, visti gli obiettivi.
Totale commenti: 20 « Pagina Precedente | Pag 1 di 2 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

03.03.2015

HP acquisisce Aruba Networks per 3 miliardi di dollari

Le due aziende stringono un accordo definitivo: Aruba Networks diventerà parte di HP, la quale avrà la possibilità di completare il proprio portfolio di...

27.02.2015

Enter Cloud Suite, tutto a portata di mano nella nuova Dashboard

Enter Cloud Suite è la soluzione ideale per sviluppare e ospitare progetti web, mobile, siti di e-commerce, piattaforme SaaS, realizzare attività in ambito...

27.02.2015

TSMC, la produzione a 10nm parte nel 2017

La fonderia taiwanese stabilisce nel 2017 la data di avvio dei motori per la produzione a 10 nanometri, per la quale utilizzerà ancora strumenti di tradizionale...

26.02.2015

Con Android for Work Google guarda al settore PRO

Con Android for Work Google intende promuovere la diffusione del proprio sistema mobile anche nel settore professionale e nelle aziende. Si tratta di un'iniziativa...

26.02.2015

Intesi Group ottiene la certificazione Secure Signature Creation Device

L'italianissima Intesi Group ha raggiunto l'importante obiettivo di certificazione Secure Signature Creation Device per la propria piattaforma PkBox, un...

26.02.2015

Sempre più x86 anche nei sistemi server per applicazioni mission critical

I sistemi mission critical basati su architetture proprietarie continuano a registrare una contrazione nelle vendite, segnale di come il mondo dei server...

25.02.2015

Processo FinFET a 10nm, anche Samsung al lavoro

L'azienda koreana annuncia di essere al lavoro sul processo FinFET a 10 nanometri, ma avverte che per proseguire verso i 7nm e i 5nm saranno necessari...

25.02.2015

Sono stati 1,3 miliardi gli smartphone venduti nel corso del 2014

I dati IDC confermano il predominio di Android e iOS nel mercato degli smartphone, sistemi operativi che rappresentano oltre il 96% del totale dei modelli...

24.02.2015

Da Applied Materials nuovi strumenti di misurazione per la produzione FinFET e 3D NAND

Gli strumenti di misurazione impiegati per la produzione di transistor planari non sono adeguati per la produzione tridimensionale: Applied Materials sviluppa...

24.02.2015

ISSCC 2015: il futuro dei chip Intel è a 10 e 7 nanometri

La legge di Moore continuerà a guidare l'evoluzione nella produzione di semiconduttori anche nel corso dei prossimi anni, con il passaggio dagli attuali...

20.02.2015

Un network sempre più basato sul software per i servizi EOLO di NGI

E' un approccio simile all'Open Compute Project quello che l'italiana NGI ha scelto di seguire per la propria infrastruttura di rete, utilizzata per fornire...

20.02.2015

Si vendono più server in Italia, grazie alle soluzioni x86

Sono i sistemi server con processore AMD e Intel, stando ai dati SIRMI, quelli che hanno spinto in zona positiva l'intero settore nel corso del 2014

20.02.2015

DNA, utile per conservare l'informazione per l'eternità

Il DNA può essere usato per stoccare informazione digitale, ma presenta qualche problema nella conservazione a lungo termine. Un gruppo di ricercatori...

18.02.2015

In salita la strada di Apple Pay verso la Cina

Il sistema di pagamento contactless della Mela sta incontrando qualche resistenza da parte di UnionPay, l'unico interlocutore con cui si deve obbligatoriamente...