NVIDIA auspica il passaggio ai wafer da 450mm

NVIDIA auspica il passaggio ai wafer da 450mm

Autore: Andrea Bai Categoria: Scienza e tecnologia
La possibilità di produrre chip impiegando wafer di grandi dimensioni riduce i costi di produzione e i tempi di lavoro, contenendo le crescenti sfide della progettazione

L'evoluzione tecnologica dei processori genericamente intesi sta ponendo dinnanzi agli ingegneri una serie di sfide piuttosto delicate: processori più avanzati sono infatti caratterizzati da una maggior complessità, che è direttamente collegata ad un incremento dei costi e ad una difficoltà sempre maggiore di rispettare i time-to-market sempre più ristretti.

Il passaggio all'impiego di wafer da 450 millimetri può rappresentare una parte della soluzione al problema, questo almeno secondo quanto ritiene NVIDIA, così come espresso dalle dichiarazioni di Sameer Halepete, vicepresidente VLSI engineering per la società californiana.

La possibilità di operare con wafer da 450mm, e di ottenere così un maggior numero di chip per singolo wafer, consentirebbe di ridurre i costi di produzione ed il tempo di lavorazione per ciascun chip: in questo modo l'industria potrà essere in grado di mantenere il passo dell'evoluzione per offrire in maniera remunerativa un dispositivo da mille miliardi di transistor entro la fine del decennio. Halepete ha comunque dichiarato che ora come ora non vi è alcun segnale che faccia pensare ad un passaggio verso i 450 millimetri entro l'avvio dei lavori per il nodo a 14 nanometri, il prossimo grande passo avanti dopo i chip a 28 nanometri che stanno iniziando ad arrivare sul mercato in questi mesi.

Il passaggio verso i 450mm è comunque tutt'altro che semplice, soprattutto in termini di risorse ed investimenti. Attualmente al mondo vi sono cinque compagnie, tra cui Intel, Samsung e TSMC, che costituiscono i due terzi degli acquisti di macchinari per la produzione di chip e sono quelle che trarrebbero i maggiori benefici dall'impiego di wafer di grandi dimesnioni.

Del resto saranno proprio i grandi attori del panorama IT ad avere la responsabilità di tracciare la direzione del cambiamento, dal momento che le compagnie di dimensioni più contenute non saranno in grado di beneficiare dei vantaggi dei wafer a 450mm ancora per molto tempo.

Commenti (1) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Theodorakis pubblicato il 16 Aprile 2012, 15:23
Sì, ma adesso ci si mette pure la sfiga.
Totale commenti: 1 « Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

23.01.2015

Stangate dall'Antitrust: TIM, Vodafone, H3G e Wind multate per servizi a pagamento non richiesti

L'Antitrust ha multato le più grandi compagnie telefoniche italiane per via di comportamenti scorretti nei confronti degli utenti. La situazione è destinata,...

22.01.2015

Google sarà un operatore di rete mobile in MVNO entro la fine dell'anno

Google sta portando a termine gli accordi con le compagnie telefoniche per disporre delle loro reti e divenire un operatore telefonico virtuale. Le novità...

22.01.2015

Supercondensatori flessibili grazie al grafene ottenuto con il laser

La Rice University riesce a realizzare supercondensatori a base di grafene con un processo relativamente semplice ed immediato. I supercondensatori così...

22.01.2015

Buon quarto trimestre per le consegne PC in EMEA

Grazie alle promozioni del periodo natalizio il mercato PC riesce a tenere nell'ultimo trimestre dell'anno, specie con un buon risultato dei sistemi portatili....

22.01.2015

Google: un miliardo su SpaceX per la più grande rete internet al mondo

Ad investire su SpaceX anche Google, che porta il valore della società capitanata da Elon Musk a 10 miliardi di dollari

21.01.2015

Il nuovo robot di Google è più umano che mai

ATLAS cammina adesso senza l'ausilio di alcun supporto. Il robot di Boston Dynamics, di proprietà Google, è stato aggiornato e diventa più autonomo

21.01.2015

Si chiude in rosso il 2014 di AMD, per via di svalutazioni di bilancio

AMD chiude l'anno 2014 con un dato trimestrale fortemente negativo, influenzato da un fatturato inferiore ai trimestri precedenti oltre che da alcune poste...

21.01.2015

Batterie più performanti con una frittura di grafene

A Seoul si studia un metodo per una facile produzione di strutture tridimensionali in grafene con una tecnica che ricorda molto da vicino la frittura per...

20.01.2015

Si riforma la bolletta: stop alle furbate delle compagnie e alle truffe del web

L'AgCom propone la sua riforma della bolletta: verrà inviata online (la forma cartacea è opzionale) e farà maggiore chiarezza su molteplici aspetti dell'importo...

19.01.2015

Elon Musk: 10 miliardi per portare internet anche su Marte

Elon Musk durante un'intervista ha rivelato l'interesse di portare in futuro internet su Marte. Il CEO di Tesla Motors ha già pianificato il tutto, con...

16.01.2015

Un 2014 in crescita per Intel, ma i prodotti mobile sono una zavorra finanziaria

I dati fiscali 2014 di Intel confermano come il mercato dei PC stia complessivamente in buona salute e forte rimanga la domanda di CPU per sistemi server....

16.01.2015

Auto a guida autonoma entro il 2020: Google chiede l'aiuto dei big dell'automotive

Con l'obiettivo di vendere i primi modelli a guida autonoma entro il 2020, Google ha chiesto l'aiuto dei produttori principali statunitensi

15.01.2015

Facebook at Work, il social network diventa strumento di collaborazione aziendale

E' partita la fase di test di Facebook at Work, la versione aziendale del popolare social network che permetterà agli impiegati di un azienda di collaborare...

15.01.2015

Samsung interessata ad acquisire BlackBerry a 7,5 miliardi di dollari?

Le società hanno smentito le indiscrezioni su una potenziale acquisizione in circolo da alcune ore, ma nel frattempo le azioni dei canadesi volano