Oracle e Sun: l'acquisizione si avvicina

Oracle e Sun: l'acquisizione si avvicina

Autore: Fabio Boneschi Categoria: Mercato
Il Dipartimento di Giustizia americano ha dato il proprio parere favorevole all'acquisizione. Ora si attende la decisione degli organismi antitrust europei

Il primo passo per l'acquisizione di Sun da parte di Oracle è stato fatto: il Dipartimento di Giustizia americano ha dato il proprio parere favorevole. La notizia viene riportata da una nota ufficiale dell'azienda da cui emergono altri dettagli. Oracle dovrà sottostare a precise condizioni, per ora non meglio precisate, e dovrà attendere il parere degli organismi antitrust dell'Unione Europea.

L'acquisizione era stata annunciata lo scorso aprile, quando si dava per conclusa l'operazione da parte di IBM. Big Blue, invece, si è ritirato dal progetto avendo perso la sua condizione di negoziatore esclusivo. La creazione di un nuovo colosso costituito da Sun e Oracle porterà al mercato nuove energie e, sicuramente, infastidirà IBM che si troverà a competere nei medesimi ambiti.

Il presidente di Oracle nei mesi scorsi aveva commentato in questo modo l'iniziativa:

"L'acquisizione permetterà di incrementare di almeno 15 centesimi i ricavi per azione non-GAAP di Oracle. Stimiamo che l'acquisizione del business di Sun contribuirà ad un profitto operativo non-GAAP per oltre 1,5 miliardi di dollari nel primo anno, in crescita fino a 2 miliardi nel secondo anno. L'acquisizione di Sun risulterà pertanto maggiormente remunerativa per il primo anno di quanto abbiamo stimato per le acquisizioni di BEA, PeopleSoft e Siebel combinate".

Commenti (28) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Abufinzio pubblicato il 21 Agosto 2009, 18:05
2 miliardi
e noi che giochiamo al superenalotto
tsè
Commento # 2 di: Liquid.Tension pubblicato il 21 Agosto 2009, 18:34
Originariamente inviato da: Abufinzio
2 miliardi
e noi che giochiamo al superenalotto
tsè


e VOI che giocate al superenalotto
Commento # 3 di: PGI-Bis pubblicato il 21 Agosto 2009, 18:39
Dubito che porterà nuove energie. Direi piuttosto che eliminerà dal mercato le energie che Sun profondeva in attiva poi rivelatesi non sufficientemente profittevoli. Rock docet?

http://www.channelregister.co.uk/20...lls_rock_sparc/
Commento # 4 di: Ratatosk pubblicato il 21 Agosto 2009, 18:49
Finiremo per pagare per tutti i DBMS, peccato...
Commento # 5 di: fraussantin pubblicato il 21 Agosto 2009, 18:50
Originariamente inviato da: Liquid.Tension
e VOI che giocate al superenalotto


e LORO che giocano al superenalotto
Commento # 6 di: certo85 pubblicato il 21 Agosto 2009, 19:15
Da quello che sapevo io il processore Rock era già stato dichiarato un fallimento...
Adesso vedo se trovo qualche info precisa...
Commento # 7 di: Kuarl pubblicato il 21 Agosto 2009, 20:23
il problema di rock non era tanto l'architettura quanto il prezzo eccessivo e gli elevati requisiti termici/energetici. E' sempre stato un problema degli sparc, e per questo hanno sempre faticato contro i processori più economici ed efficienti di intel. Alla fine sun in un periodo di vacche magre ha deciso di tagliare i rami secchi, oracle però è interessata ad avere un offerta server a 360 gradi e quindi il processore rientra in questi suoi piani, ma per competere con intel ne hanno di lavoro da fare... i soldi e gli ingegneri però non gli mancano di certo.
Commento # 8 di: OutOfBounds pubblicato il 21 Agosto 2009, 21:12
mmmh, così a naso la cosa non mi piace.. o forse non mi piace oracle.
Commento # 9 di: Il mio nome è legione pubblicato il 21 Agosto 2009, 22:41
Originariamente inviato da: OutOfBounds
mmmh, così a naso la cosa non mi piace.. o forse non mi piace oracle.


Perchè IBM è meglio?
Commento # 10 di: DKDIB pubblicato il 22 Agosto 2009, 01:07
Il terrore e' che Oracle non matterra' piu' attivi buona parte dei progetti open source di Sun, ipotizzando che continui a non essere un'azienda rivolta all'utenza SOHO...

In pratica la sensazione e' che Oracle abbia acquisito Sun solo per il comparto server (e tutt'al piu' per Solaris, VirtualBox e *forse* StarOffice), mentre abbandonera' tutto il resto, in primis le versioni open source anche di quei pochi prodotti software che dovesse decidere di mantenere in sviluppo.

Al contrario un'acquisizione da parte di IBM avrebbe rinquorato un po' tutti, essendo un'azienda storicamente attiva nell'open source (al pari dellavecchia Sun) e con tutto l'interesse a rafforzarsi/affacciarsi in tutti i settori software dove operava Sun (virtualizzazione, DBMS, suite per l'ufficio, ...).
Totale commenti: 28 « Pagina Precedente | Pag 1 di 3 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

30.01.2015

Gli USA ridefiniscono la banda larga a 25/3Mbps: il dato che fa vergognare l'Italia

La Federal Communications Commission (FCC) ha ridefinito i criteri per la banda larga, non più da 4/1 Mbps rispettivamente in download e upload, ma da...

29.01.2015

Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Come ampiamente previsto, Samsung fa segnare un trimestre in negativo con calo di utili e fatturato per la prima volta in tre anni. A trascinare verso...

29.01.2015

Servizi a pagamento non richiesti: ecco cosa chiede il Garante agli operatori telefonici

Già pubblica la prima delibera che affronta il problema dell'attivazione non richiesta dei servizi cosiddetti Premium sui telefoni cellulari. Sono tre...

29.01.2015

Solida la trimestrale di Facebook, grazie agli utenti da mobile

Il social network pubblica i risultati del quarto trimestre fiscale e dell'intero anno. Buona crescita in utile e fatturato, quest'ultimo costituito in...

28.01.2015

Quantum Dot stampabili dall'University of Illinois

Un particolare sistema simile alla stampa a getto di inchiostro permette di realizzare pattern complessi e ad alta definizione di quantum dot, aprendo...

28.01.2015

Apple, ancora un trimestre da record grazie ai nuovi iPhone

La Mela fa segnare il record della sua storia per quanto riguarda utili e fatturato. La Cina diventa un mercato di importanti dimensioni, e a fronte di...

27.01.2015

In crescita le vendite di Lumia e Surface, l'hardware di Microsoft

I risultati trimestrali dell'azienda, riferiti al periodo di fine 2014, mostrano un fatturato in crescita e un'azienda in costante trasformazione. Buoni...

27.01.2015

IBM, taglio di 111 mila dipendenti? Non proprio

Alcune indiscrezioni parlano di un'operazione che porterà al taglio del 26% della forza lavoro dell'azienda. Ma Big Blue smentisce le dimensioni dell'operazione,...

27.01.2015

Un chip tridimensionale con transistor a nanotubi di carbonio

Un gruppo di ricercatori della Stanford University è riuscito ad impiegare i nanotubi di carbonio per creare un circuito integrato monolitico con memoria...

26.01.2015

Chip mobile di Intel: vendono tanto, ma costano all'azienda anche di più

Intel ha perseguito nel corso del 2014 una strategia commerciale mirante alla crescita della quota di mercato nei dispositivi mobile, tablet e smartphone....

26.01.2015

Un laser di germanio-stagno per i collegamenti ottici on-chip

Un gruppo di ricercatori studia un modo per realizzare laser a base di semiconduttori direttamente sul silicio, per costruire un sistema di comunicazioni...

26.01.2015

Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Le due aziende insieme acquistano semiconduttori per un valore combinato di 57 miliardi di dollari. Ma i colossi cinesi iniziano a crescere e i prossimi...

23.01.2015

Stangate dall'Antitrust: TIM, Vodafone, H3G e Wind multate per servizi a pagamento non richiesti

L'Antitrust ha multato le più grandi compagnie telefoniche italiane per via di comportamenti scorretti nei confronti degli utenti. La situazione è destinata,...

22.01.2015

Google sarà un operatore di rete mobile in MVNO entro la fine dell'anno

Google sta portando a termine gli accordi con le compagnie telefoniche per disporre delle loro reti e divenire un operatore telefonico virtuale. Le novità...