Oracle proseguirà lo sviluppo di software per le piattaforme HP/Itanium

Oracle proseguirà lo sviluppo di software per le piattaforme HP/Itanium

Autore: Andrea Bai Categoria: Server e Workstation
L'azienda di Redwood Shores ha fatto sapere con una dichiarazione stringatissima che continuerà a portare avanti lo sviluppo dei propri software per i server HP, rispettando la decisione del giudice

Nonostante la guerra tra Apple e Samsung abbia occupato ampi spazi sulle pagine di giornali e siti web, c'è un'altra querelle legale che si è consumata nel corso degli ultimi mesi: si tratta del confronto tra HP e Oracle riguardante la decisione di quest'ultima di sospendere lo sviluppo di software per le piattaforme Itanium-based di HP. Lo scorso mese la corte superiore della Californa ha emesso il primo verdetto, riconoscendo l'esistenza di un contratto tra le due realtà che richiede il porting, da parte di Oracle, dei propri software per le piattaforme HP.

Nel corso della giornata di ieri, a poco più di un mese dalla sentenza e a circa una settimana dalla dichiarazione finale emessa dalla corte, Oracle ha fatto sapere che continuerà a supportare i sistemi Itanium-based proseguendo con lo sviluppo ed il porting dei propri software. L'azienda di Redwood Shores non ha però rilasciato alcuna altra dichiarazione in merito alla vicenda.

Intanto Martin Fink, senior vice president e responsabile della divisione Business Critical Systems per HP, ha commentato: "Continuiamo ad impegnarci con i nostri 140 mila clienti che impiegano il software Oracle e restiamo legati alla nostra roadmap di lungo termine per i server mission-critical, incluse le piattaforme Integrity, HP-Unix, OpenVMS e NonStop, così come ai nostri nuovi investimenti nel campo X86, Windows e Linux. Anche Intel ha rafforzato il suo impegno nella roadmap di Itanium".

Entrambe le realtà attendono ora l'avvio della seconda fase del processo, che cercherà di determinare se Oracle ha realmente violato il contratto e, nel caso ciò sia avvenuto, quale sia l'ammontare del risarcimento danni che dovrà corrispondere ad HP. Il giudice intende fissare la seconda fase del processo il prossimo 10 settembre, ma HP spera che la data venga posticipata e ha richiesto un rinvio fino almeno alla metà di ottobre. Il giudice ha inoltre respinto tutte le tesi sostenute da Oracle nelle obiezioni alla sentenza presentate lo scorso 16 agosto e ha confermato che quanto disposto dalla Corte nella prima fase del processo resterà vincolante per entrambe le parti nella seconda fase.

Commenti  

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.

Lascia il tuo commento

Notizie

21.04.2015

Dalla Finlandia arrivano le memorie stampabili su carta

Grazie ad inchiostri con particelle metalliche e ad un comune processo di stampa a rulli è stato possibile realizzare memorie di tipo WORM su un substrato...

17.04.2015

Vodafone porta il Wi-Fi condiviso in Italia: ecco cos'è, pro e contro

Gli utenti italiani di Vodafone possono adesso accedere ad una rete estesa di hotspot per collegarsi alle reti dei clienti stessi della società. Nasce...

17.04.2015

AMD abbandona SeaMicro: niente più microserver

AMD annuncia l'uscita di scena dal mercato dei sistemi server ad elevata densità, e con questo abbandonando il marchio SeaMicro che aveva acquistato alcuni...

17.04.2015

Un trimestre ancora in rosso per AMD

Fatturato in calo e nuova perdita trimestrale per AMD, che non sembra al momento in grado di fronteggiare in modo efficace il calo nella domanda di soluzioni...

16.04.2015

I supercomputer del futuro guidati da NVLink, nella strategia di NVIDIA

La tecnologia NVLink di NVIDIA sarà al centro del supercomputer Summit, previsto in funzione per il 2018 e basato sull'abbinamento tra le GPU della famiglia...

16.04.2015

Panasonic aggiorna il prorpio tablet Toughbook 4K da 20 pollici

Un prodotto particolare per via della diagonale elevata e della risoluzione 4K, che pur se con un prezzo dimezzato rispetto alla prima generazione rimane...

16.04.2015

Nokia si compra Alcatel-Lucent, nasce un nuovo colosso delle infrastrutture di telecomunicazione

L'operazione vale oltre 15 miliardi di euro e darà vita ad una realtà con una enorme potenza di fuoco in termini di attività R&D. Nokia sta inoltre considerando...

15.04.2015

Google presto anche operatore telefonico virtuale con Fi: tutti i nuovi dettagli

Sono emersi numerosi dettagli sul nuovo servizio di telefonia virtuale di Google attraverso il codice dell'app che servirà per gestire il proprio account...

15.04.2015

Meno CPU per sistemi PC, ma più per i datacenter: questo il Q1 di Intel

L'azienda americana registra un dato trimestrale allineato a quello dei primi 3 mesi del 2014, pur con grandi cambiamenti. Calano le vendite di soluzioni...

14.04.2015

Nulla di fatto tra Intel ed Altera, le trattative si arenano sull'offerta

Le due realtà non trovano l'accordo e le trattative arrivano al capolinea. Adesso Intel potrebbe pensare a qualcosa di più grande, come l'acquisizione...

13.04.2015

Google al lavoro in prima persona su nuove batterie che durano di più

I laboratori Google X stanno sviluppando una nuova tipologia di batterie agli ioni di litio e a stato solido per rispondere alle nuove esigenze dei settori...

10.04.2015

Diffondere IoT in Italia, l'impegno comune di Microsoft ed STMicroelectronics

Accordo di collaborazione tra Microsoft Italia ed STMicroelectronics per realizzare un ecosistema di sviluppo sensor-to-cloud che semplifichi lo sviluppo...

09.04.2015

Dal Caltech uno scanner 3D a portata di smartphone

Usare lo smartphone per effettuare scansioni in 3D? Potrebbe presto essere possibile, grazie ad un sensore realizzato dal Caltech capace di rilevare i...

08.04.2015

L'alluminio è meglio del litio: da Stanford una nuova batteria rivoluzionaria

Un batteria agli ioni di alluminio è più sicura, economica e soprattutto ha una longevità maggiore delle batterie prodotte con le tecnologie attuali. I...