PaaS, anche con qualche incertezza è il momento del boom

PaaS, anche con qualche incertezza è il momento del boom

Autore: Andrea Bai Categoria: Server e Workstation
Il 2011 anno cruciale per il Platform as a service, che porterà ad una robusta crescita per i prossimi anni. All'orizzonte, però, ancora una situazione estremamente mutevole

Il 2011 ha rappresentato un anno chiave per il paradigma tecnologico del Platform as a service (PaaS), che ha visto una ampia adozione da parte dei protagonisti dell'industria come alternativa ai tradizionali modelli di sviluppo basati su middleware. La società di analisi di mercato Gartner prevede, per i prossimi anni, importanti prospettive di crescita per il PaaS che cambieranno parte dello scenario del mercato.

Yefim Natis, vicepresidente e distinguished analyst per Gartner, ha commentato: "Con i vendor che investono cospicuamente e sempre di più nel PaaS, il mercato si appresta ad assistere a diversi anni di crescita strategica, che porteranno ad innovazioni e svolte nella tecnologia e nell'impiego che il business farà del cloud computing. Gli utenti ed i vendor di software enterprise che non sono hanno ancora affrontato il PaaS devono iniziare a costruire competenze apposite o si troveranno dinnazni a difficili sfide poste dai concorrenti durante i prossimi anni".

Per quanto riguarda il 2012 il mercato PaaS si troverà nei primi stadi di crescita e, per questo motivo, non vi saranno leader di riferimento, modelli d'uso stabiliti o standard dedicati. L'adozione dell'offerta PaaS è pertanto ancora legata ad un certo grado di rischio e di incertezza. E' però prorpio nel 2012 che si avrà la disponibilità di molte delle nuove offerte PaaS e per la fine del 2013 tutti i principali software vendor potranno vantare offerte competitive in questo mercato.

Entro il 2016 la concorrenza sul mercato PaaS porterà alla nascita di nuovi modelli di programmazione, nuovi standard e nuovi leader del mercato software. E' fino ad allora, però, che gli utenti e i clienti continueranno a dover affrontare molti cambiamenti, sia legati alle tecnologie, sia ai modelli di business dovuti all'allineamento dei vendor sul mercato. Non è da escludere che la vivacità con la quale i vendor opereranno sul mercato in questi anni possa rendere più difficoltoso il processo decisionale degli utenti e dei loro clienti.

"Da un lato vi sono chiari rischi legati all'uso di servizi PaaS in un mercato ancora immaturo, ma dall'altro il tentativo di evitare questo mercato è ugualmente rischioso. La giusta strategia per molte organizzazioni IT è di familiarizzare con le nuove opportunità adottando alcuni servizi in maniera graduale, cercando di comprenderne le limitazioni e aspettandosi un cambiamento in corsa del mercato in termini di offerte e modelli d'uso".

Commenti  

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.

Lascia il tuo commento

Notizie

30.01.2015

F5 Networks rafforza la partnership con Cisco e presenta la nuova versione di BIG-IQ

Nell'annunciare la nuova versione della soluzione destinata all'Application Delivery, F5 Networks rafforza la partnership strategia con Cisco grazie ad...

30.01.2015

Gli USA ridefiniscono la banda larga a 25/3Mbps: il dato che fa vergognare l'Italia

La Federal Communications Commission (FCC) ha ridefinito i criteri per la banda larga, non più da 4/1 Mbps rispettivamente in download e upload, ma da...

29.01.2015

Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Come ampiamente previsto, Samsung fa segnare un trimestre in negativo con calo di utili e fatturato per la prima volta in tre anni. A trascinare verso...

29.01.2015

Servizi a pagamento non richiesti: ecco cosa chiede il Garante agli operatori telefonici

Già pubblica la prima delibera che affronta il problema dell'attivazione non richiesta dei servizi cosiddetti Premium sui telefoni cellulari. Sono tre...

29.01.2015

Solida la trimestrale di Facebook, grazie agli utenti da mobile

Il social network pubblica i risultati del quarto trimestre fiscale e dell'intero anno. Buona crescita in utile e fatturato, quest'ultimo costituito in...

28.01.2015

Quantum Dot stampabili dall'University of Illinois

Un particolare sistema simile alla stampa a getto di inchiostro permette di realizzare pattern complessi e ad alta definizione di quantum dot, aprendo...

28.01.2015

Apple, ancora un trimestre da record grazie ai nuovi iPhone

La Mela fa segnare il record della sua storia per quanto riguarda utili e fatturato. La Cina diventa un mercato di importanti dimensioni, e a fronte di...

27.01.2015

In crescita le vendite di Lumia e Surface, l'hardware di Microsoft

I risultati trimestrali dell'azienda, riferiti al periodo di fine 2014, mostrano un fatturato in crescita e un'azienda in costante trasformazione. Buoni...

27.01.2015

IBM, taglio di 111 mila dipendenti? Non proprio

Alcune indiscrezioni parlano di un'operazione che porterà al taglio del 26% della forza lavoro dell'azienda. Ma Big Blue smentisce le dimensioni dell'operazione,...

27.01.2015

Un chip tridimensionale con transistor a nanotubi di carbonio

Un gruppo di ricercatori della Stanford University è riuscito ad impiegare i nanotubi di carbonio per creare un circuito integrato monolitico con memoria...

26.01.2015

Chip mobile di Intel: vendono tanto, ma costano all'azienda anche di più

Intel ha perseguito nel corso del 2014 una strategia commerciale mirante alla crescita della quota di mercato nei dispositivi mobile, tablet e smartphone....

26.01.2015

Un laser di germanio-stagno per i collegamenti ottici on-chip

Un gruppo di ricercatori studia un modo per realizzare laser a base di semiconduttori direttamente sul silicio, per costruire un sistema di comunicazioni...

26.01.2015

Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Le due aziende insieme acquistano semiconduttori per un valore combinato di 57 miliardi di dollari. Ma i colossi cinesi iniziano a crescere e i prossimi...

23.01.2015

Stangate dall'Antitrust: TIM, Vodafone, H3G e Wind multate per servizi a pagamento non richiesti

L'Antitrust ha multato le più grandi compagnie telefoniche italiane per via di comportamenti scorretti nei confronti degli utenti. La situazione è destinata,...