Sentinel Cloud Services: da SafeNet una soluzione per la gestione delle licenze SaaS

Sentinel Cloud Services: da SafeNet una soluzione per la gestione delle licenze SaaS

Autore: Andrea Bai Categoria: Software
SafeNet propone una soluzione che automatizza la gestione dei cataloghi e dei contratti per chi offre servizi SaaS e PaaS, comprensiva di strumenti di monitoraggio e analisi
p>Che il paradigma del Software as a Service stia via via conquistando il pubblico delle aziende non è una novità: il 2011 è stato un anno di grande traino per questa modalità di distribuzione del software, anche sull'onda della popolarità del più ampio concetto di cloud computing. Qualche settimana fa Gartner ha pubblicato i risultati di un sondaggio che rivelano come molte delle aziende che abbiano abbracciato questo modello di erogazione hanno intenzione di proseguire su questa strada e, in aggiunta a queste, molte realtà che fanno uso di software on premise hanno deciso di iniziare il passaggio verso applicativi SaaS.

Non è solamente l'ascesa del cloud computing a portare benefici al paradigma del SaaS: nel difficile contesto economico il controllo dei costi è divenuto una priorità per tutte le aziende e la possibilità di utlizzare software erogato come servizio, e quindi dettagliato su misura delle necessità e delle esigenze specifiche di ogni realtà, permette di conseguire importanti risparmi per quanto riguarda l'acquisto delle licenze software. Non solo: con il software erogato come servizio le aziende hanno maggiore possibilità di fare audit e di misurare quali siano gli strumenti che effettivamente servono ai processi di business, scovando sprechi ed inefficienze.

In un contesto di questo tipo le aziende impegnate nel panorama software devono essere in grado di trasformare la propria offerta in un insieme di servizi, migrando dal precedente modello di business che vedeva il software come la vendita di un bene e della relativa licenza d'uso. La creazione di una infrastruttura che consenta di offrire il software come servizio può nascondere però qualche complessità, a partire dalla definizione dei cataloghi per giungere ai rischi di mancata monetizzazione delle licenze.

Abbiamo recentemente avuto modo di incontrare Marco Costa, Territory Sales Manager per SafeNet Italia che ci ha illustrato le funzionalità di Sentinel Cloud Services, una soluzione che ha lo scopo di gestire le licenze ed i diritti software nel mondo del cloud computing e si rivolge espressamente alle realtà la cui offerta commerciale è costituita da prodotti SaaS e PaaS, mettendo loro a disposizione una serie di strumenti che permettano di gestire in maniera semplice le varie offerte di servizi, con particolare attenzione a quei processi operativi che riguardano l'erogazione dei servizi, la gestione delle autorizzazioni e il monitoraggio dell'uso dei servizi.

Lo scopo principale di Sentinel Cloud Services è di mettere a disposizione una serie di strumenti che permettano di costruire i cataloghi dell'offerta in maniera versatile, grazie al supporto di numerosi modelli di licenza, e di poter comporre l'offerta in maniera dettagliata andando a definire i vari prezzi anche sulla base di singole funzionalità. La soluzione incorpora inoltre una serie di strumenti di controllo e monitoraggio a livello di funzionalità, in maniera tale che il provider del servizio potrà gestire in maniera capillare l'accesso ai propri servizi, oltre alla possibilità di misurare e analizzare il tipo d'uso che viene fatto al fine di poter modificare opportunamente l'offerta commerciale.

Dal punto di vista tecnico Sentinel Cloud si compone di tre moduli: Sentinel Cloud SDK che contiene otto API che hanno lo scopo di autorizzare le decisioni licensing ed esegue il caching dei dati sull'uso, trasferendoli in lotti ad un altro modulo, Sentinel Cloud Connect. Questo modulo si occupa di attivare i contratti di servizio, di elaborare e aggregare i dati relativi all'uso e di gestire i coordinamento dei runtime per sentinel cloud, delle comunicazioni relativamente all'autorizzazione degli utenti e infine degli iter decisionali globali. Infine il modulo Sentinel EMS, che va ad integrarsi direttamente con i sistemi di back-office dei provider di servizi e si occupa del provisioning e della gestione dei contratti, assieme a tutte le funzioni di riferimento, di definizione dei cataloghi e della gestione dei clienti.

Una versione trial della durata di 30 giorni può essere richiesta a titolo gratuito a partire da questa pagina.

Commenti  

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.

Lascia il tuo commento

Notizie

24.04.2015

Nuovi server HP ProLiant Gen9 dedicati alle esigenze delle PMI

HP annuncia la disponibilità di due nuovi sistemi server di tipo tower dedicati alle esigenze delle piccole e medie imprese che cercano soluzioni economicamente...

24.04.2015

Google, nonostante la forte crescita delude le aspettative del mercato

Il fatturato cresce del 17% su base annuale, gli utili del 26%, ma Wall Street è delusa dal trimestrale di Google

24.04.2015

Primo trimestre 2015 in perdita per Amazon

L'azienda di Jeff Bezos macina un buon fatturato ma gli utili sono negativi. Molto buona la prestazione di Amazon Web Services che fa registrare ottimi...

24.04.2015

Trimestre in crescita per Microsoft: nel futuro il cloud sarà fondamentale

I dati trimestrali dell'azienda americana evidenziano la spinta che viene portata avanti verso un cambiamento futuro, fatto di cloud e di applicazioni...

23.04.2015

Trimestrale Facebook, crescono fatturato e utenti mobile

Il primo trimestre dell'anno è positivo per Facebook, che registra un fatturato in crescita e trova la conferma che l'universo mobile è la sua gallina...

23.04.2015

Per il 2020 il 20% dei server sarà basato su architetture ARM

L'azienda inglese si dimostra molto ottimista sul sucesso di mercato delle proprie architetture a basso consumo anche nel settore dei server. Varie soluzioni...

22.04.2015

Dai risultati trimestrali di Yahoo emerge l'importanza del mobile

L'azienda americana, una delle più importanti del settore nei primi tempi della diffusione del web tra gli utenti domestici, pubblica risultati finanziari...

21.04.2015

Videocamere indossabili, 30 milioni di pezzi nel 2020

Una crescita consistente per la categoria delle videocamere indossabili, di cui le action cam che attualmente guidano il mercato, sono solamente un sottoinsieme....

21.04.2015

In calo le vendite di PC a inizio 2015 nel mercato EMEA

Segno negativo per le vendite di PC desktop e notebook nelle regioni europee, medio orientali e dell'Africa; la domanda di sistemi nuovi post Windows XP...

21.04.2015

Un processore Opteron a 32 core nel futuro di AMD?

Il debutto dell'architettura Zen è atteso per il 2016: con essa AMD punta a riconquistare parte del mercato dei processori con particolare riferimento...

21.04.2015

Dalla Finlandia arrivano le memorie stampabili su carta

Grazie ad inchiostri con particelle metalliche e ad un comune processo di stampa a rulli è stato possibile realizzare memorie di tipo WORM su un substrato...

17.04.2015

Vodafone porta il Wi-Fi condiviso in Italia: ecco cos'è, pro e contro

Gli utenti italiani di Vodafone possono adesso accedere ad una rete estesa di hotspot per collegarsi alle reti dei clienti stessi della società. Nasce...

17.04.2015

AMD abbandona SeaMicro: niente più microserver

AMD annuncia l'uscita di scena dal mercato dei sistemi server ad elevata densità, e con questo abbandonando il marchio SeaMicro che aveva acquistato alcuni...

17.04.2015

Un trimestre ancora in rosso per AMD

Fatturato in calo e nuova perdita trimestrale per AMD, che non sembra al momento in grado di fronteggiare in modo efficace il calo nella domanda di soluzioni...