Trimestre in calo per HP: colpa anche degli hard disk

Trimestre in calo per HP: colpa anche degli hard disk

Autore: Paolo Corsini Categoria: Mercato
Risultato trimestrale in contrazione per HP, complice in questo sia la riorganizzazione interna sia il ridotto approvvigionamento di hard disk sul mercato. Diminuiscono sia fatturato sia utili, ma per la nuova CEO lo scenario di sviluppo futuro non è in discussione

I risultati finanziari rilasciati nella serata di ieri da HP sono i primi che hanno visto il nuovo CEO Meg Whitman a capo dell'azienda per tutto il periodo. Considerando lo scenario economico globale non sono però da considerare un indice della fiducia e dell'operato del nuovo CEO, quanto uno spaccato di quello che è ora l'azienda e di quello che vuole diventare nel corso dei prossimi anni.

Partiamo dai numeri: nel primo trimestre fiscale dell'esercizio 2012, concluso lo scorso 31 Gennaio, HP ha totalizzato un fatturato di 30 miliardi di dollari, in calo del 7% prendendo quale riferimento lo stesso periodo dello scorso anno. L'utile netto di periodo è stato pari a 1,5 miliardi di dollari, in contrazione del 44% rispetto ai 2,6 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. In calo anche l'utile per azione, passato da 1,17 dollari a 0,73 dollari con una diminuzione del 38%.

Sono state le divisioni PC e server quelle a registrare i risultati peggiori, prendendo quale riferimento i trimestri precedenti. Il fatturato del Personal System Group, responsabile delle soluzioni consumer, è diminuito del 15% mentre quello legato a sistemi server e networking ha registrato una contrazione del 10%. In calo anche la divisione stampa, con il 7%, mentre quella legata ai servizi ha registrato un incremento dell'1%. A ribaltare la tendenza media il fatturato delle vendite di soluzioni software, in crescita del 30% circa, e quello dei servizi finanziari con un +15%.

Quali le cause alla base di questo risultato? Da un lato l'operazione di riorganizzazione interna all'azienda, percorso che stando alle parole della CEO è solo all'inizio e richiederà un lungo periodo di tempo per venir completato. Dall'altro l'impatto negativo dato dallo shortage di hard disk, conseguente alle inondazioni in Thailandia che hanno fermato per diverse settimane la produzione di questi componenti da parte dei principali produttori mondiali. La ridotte disponibilità di hard disk ha influenzato sia le soluzioni consumer come quelle server; per il secondo trimestre dell'esercizio fiscale 2012 HP prevede che questo fenomeno continuerà ad influenzare le vendite benché con una incidenza inferiore rispetto a quanto registrato sino ad ora.

I risultati finanziari dettagliati sono disponibili sul sito HP a questo indirizzo.

Commenti (5) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Revelator pubblicato il 23 Febbraio 2012, 11:02
portassero la produzione in europa...( di HD)
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 23 Febbraio 2012, 11:08
Originariamente inviato da: Revelator
portassero la produzione in europa...( di HD)


allora preparati a spendere 250€ per un disco da 1 tb
Commento # 3 di: Revelator pubblicato il 23 Febbraio 2012, 12:31
Originariamente inviato da: roccia1234
allora preparati a spendere 250€ per un disco da 1 tb


appunto questo è uno scandalo.ci facciamo belli con la schiavitù altrui. e la nostra economia va a picco se gli schiavi non lavorano.
Commento # 4 di: rb1205 pubblicato il 23 Febbraio 2012, 13:15
Originariamente inviato da: Revelator
appunto questo è uno scandalo.ci facciamo belli con la schiavitù altrui. e la nostra economia va a picco se gli schiavi non lavorano.


Scandalo? è così che ha funzionato e funziona tuttora la società umana: il forte aprofitta del debole. Non è giusto, è barbaro e tutto quello che vuoi, ma parlare di scandalo è ridicolo.
Commento # 5 di: Revelator pubblicato il 23 Febbraio 2012, 13:52
Originariamente inviato da: rb1205
Scandalo? è così che ha funzionato e funziona tuttora la società umana: il forte aprofitta del debole. Non è giusto, è barbaro e tutto quello che vuoi, ma parlare di scandalo è ridicolo.


de gustibus.
Totale commenti: 5 « Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

20.11.2014

Indossabili per il fitness, un mercato molto dinamico

Varie categorie di prodotti con funzionalità in sovrapposizione e continui cambi ai vertici delle classifiche. Il mercato degli indossabili per attività...

20.11.2014

A volte ritornano: Thorsten Heins diventa CEO di Powermat

Aveva traghettato BlackBerry nel momento più difficile dell'azienda, ora Thorsten Heins diventa CEO di Powermat, la società impegnata in soluzioni di ricarica...

19.11.2014

Raffreddamento a liquido e approccio modulare: è Hive la proposta italiana per l'HPC

Eurotech presenta Hive, il proprio sistema modulare per il calcolo parallelo che abbina architetture di tipo differente per la componente CPU e per quella...

18.11.2014

Anche per HP il mercato dei PC in Italia mostra segnali di buona ripresa

Giampiero Savorelli di HP Italia conferma il buon momento di vendite di PC nel mercato nazionale; la ricetta passa attraverso un mix tra la flessibilità...

18.11.2014

All'asta 50 mila bitcoin dal sequestro di Silk Road

Dopo l'asta del mese di giugno lo US Marshals Service accetta offerte per altri 50 mila bitcoin, che saranno messi all'asta in 20 tranches

18.11.2014

Intel si prepara ad unire le divisioni PC e mobile

I confini tra PC, tablet, smartphone sono sempre più sfumati e Intel decide di unificare le due divisioni: la riorganizzazione partirà dall'inizio del...

18.11.2014

Facebook at Work, il social network si prepara ad entrare in azienda

Nuove funzioni di collaborazione e comunicazione, specifiche per il mondo del lavoro: Facebook si prepara a sfidare Slack, Yammer, Google Drive, OneDrive...

18.11.2014

TeamViewer 10, non solo controllo remoto

Il software di controllo remoto si arricchisce di funzionalità che lo avvicinano al mondo della collaborazione e della comunicazione. La beta è già disponibile,...

17.11.2014

Microsoft con Nadella diventa il secondo marchio al mondo come capitalizzazione di mercato

Nei due gradini più alti del podio fra le aziende dal più alto valore di capitalizzazione di mercato americano vi sono adesso due società del settore tecnologico,...

17.11.2014

Anche il Q3 2014 negativo per le vendite di elettronica di consumo in Italia

I dati GFK certificano un calo del 3%, rispetto alllo stesso periodo del 2013, nelle vendite di beni di elettronica di consumo in Italia. Buoni risultati...

13.11.2014

TSMC avvia la produzione valutativa per il processo 16nm FinFET Plus

La fonderia taiwanese inizia a realizzare i primi chip di valutazione con il nuovo processo produttivo. Tra i primi clienti, per i quali la produzione...

13.11.2014

Con .Net e Visual Studio Microsoft si apre agli sviluppatori

Dall'evento Connect (); due importanti annunci di Microsoft che vanno nella direzione di estendere l'ambito di utilizzo dei propri strumenti destinati...

13.11.2014

Rinnovo di gamma per gli SSD Intel DC 3500: capienze aumentate e formato M.2

Intel rinnova la propria gamma di SSD per DataCenter DC 3500 introducendo maggiori capienze e il formato M.2. Confermata la presenza del controller proprietario...