Western Digital, al ribasso le previsioni di fatturato del terzo trimestre

Western Digital, al ribasso le previsioni di fatturato del terzo trimestre

Autore: Andrea Bai Categoria: Mercato
Il produttore di hard disk, a fronte di un generale calo della domanda sul mercato PC, decide di rivedere al ribasso le previsioni di fatturato per il trimestre che si concluderà a settembre

Dopo aver mostrato in anteprima all'IDF i primi dischi da 5 millimetri di spessore che troveranno presto posto nei sistemi Ultrabook, e dopo aver annunciato l'introduzione, prevista per il prossimo anno, degli hard disk riempiti con elio (ne abbiamo parlato qui), Western Digital rilascia una revisione al ribasso delle stime per i risultati del terzo trimestre 2012.

Secondo il principale produttore di hard disk, il terzo trimestre 2012 sarà caratterizzato da un Total Available Market (TAM) per gli hard disk inferiore dell'11% rispetto a quanto originariamente preventivato. Questo ha portato la compagnia ha ridurre le stime di fatturato per il trimestre che si concluderà il 28 settembre 2012.

Western Digital sostiene che il TAM per il mercato hard disk sia di circa 140 milioni di unità, rispetto ai 157 milioni previsti in precedenza. La causa è individuata in un mutamento della domanda da parte del pubblico e in un ribilanciamento delle scorte. L'azienda si aspetta così di registrare un fatturato compreso tra i 3,9 e i 4 miliardi di dollari, inferiore rispetto a quanto stimato in precedenza e compreso tra i 4,2 e i 4,3 miliardi di dollari. La compagnia continua comunque a stimare i propri margini lordi per il trimestre di settembre attorno al 30%.

Le motivazioni che hanno portato Western Digital a rivedere verso il basso le stime di fatturato sono grossomodo le medesime che hanno spinto anche Intel a ritrattare le previsioni per il terzo trimestre dell'anno, come abbiamo avuto modo di osservare qualche giorno fa. Anche Western Digital concorda su un generale indebolimento della domanda nei mercati maturi e su una periodo back-to-school, che tipicamente rinvigorisce consegne e fatturati in questo periodo dell'anno, non particolarmente entusiasmante.

Commenti (30) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Sevenday pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:34
Sinceramente a me NON dispiace.
Hanno marciato sulla catastrofe, hanno fatto cartello con la cugina Seagate ed ancora NON abbassano i prezzi.

Per me possono piangere ancora un pò...
Commento # 2 di: AUTOMAN pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:35
Secondo me la domanda ci sarebbe eccome, sono i prezzi che ancora non sono scesi a buoni livelli. Io avrei bisogno di qualche Tb di spazio ma tengo duro con quelli che ho
Commento # 3 di: HSH pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:37
penso che siamo tutti d'accordo, loro aumentano i prezzi con motivazioni pretestuose, e noi non compriamo + dischi ma tiriamo avanti con quel che abbiamo.... quando ritorneranno ai livelli pre alluvione, allora forse.... ma nel frattempo che ribassino pure le loro stime i furboni
Commento # 4 di: Cfranco pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:44
Che strano ... la gente compra meno hd ... con i prezzi che hanno non se l' aspettava nessuno
Commento # 5 di: Floris pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:55
Ad un calo della domanda dovrebbe seguire un ribasso nei prezzi...si spera!
Commento # 6 di: Maury pubblicato il 17 Settembre 2012, 14:56
Io non prenderò più un HD finchè i prezzi non torneranno alla situazione pre "speculazione da voltastomaco"...
Commento # 7 di: roccia1234 pubblicato il 17 Settembre 2012, 15:45
Il discorso è sempre il solito... finchè non tornano a 30, massimo 35€ al TB per i dischi da storage, non si compra (almeno, IO non compro, anche se avrei bisogno di un po' di spazio).
Al momento siamo a circa 45€ al TB, ancora troppo.

Non mi stupisco che abbiano previsto di vendere meno e/o abbiano venduto meno.
Commento # 8 di: vampirodolce1 pubblicato il 17 Settembre 2012, 15:50
Originariamente inviato da: roccia1234
finchè non tornano a 30, massimo 35€ al TB per i dischi da storage, non si compra (almeno, IO non compro, anche se avrei bisogno di un po' di spazio).
Al momento siamo a circa 45€ al TB, ancora troppo.
Posso chiederti dove trovi i WD a 45eur/TB? Io un caviar green 2TB l'ho visto a circa 105 euro su internet, un Elements 2TB a 120 euro.
Nei negozi fisici un paio di mesi fa l'Elements 2TB era a 155 euro.
Grazie.
Commento # 9 di: Sevenday pubblicato il 17 Settembre 2012, 15:57
Un WD green da 2tb sulla chiave sta a 90 euri...quindi 45 euro/tb.

3Tb a 129 euri...
Commento # 10 di: vampirodolce1 pubblicato il 17 Settembre 2012, 15:59
Mi dai il sito completo, eventualmente in MP?
Totale commenti: 30 « Pagina Precedente | Pag 1 di 3 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

18.12.2014

Valleytronics, si apre la strada ad una nuova tecnica per codificare l'informazione

L'idea è quella di codificare l'informazione basandosi su una caratteristica dell'elettrone diversa dalla carica e dallo spin. Un materiale bidimensionale...

17.12.2014

Siamo a quota 2 miliardi di smarthone attivi a livello globale

Superata una soglia a dir poco significativa, quella dei 2 miliardi di smartphone attivi; Android continua a farla da padrone ma nel futuro si apre spazio...

17.12.2014

Cerotti antidolorifici, anche loro presto diventeranno smart

Una struttura in rame che può flettersi ed estendersi senza subire danni: è questa la base per un cerotto termico riutilizzabile, che può essere controllato...

16.12.2014

Grosso tonfo di Samsung sul mercato smartphone, ne approfitta Xiaomi

Xiaomi cresce su base annuale alle spese di Samsung, entra nella Top 5 e insidia la connazionale Huawei. Ecco tutti i dati di Gartner per il mercato smartphone...

15.12.2014

Memorie a tecnologia ottica, il RIKEN prova una nuova strada

Un nuovo metodo di autoassemblaggio di particolari molecole fotocromiche potrebbe portare ad una più semplice produzione di memorie a tecnologia ottica...

12.12.2014

Indossabili e smart devices, previsioni di scenari per i prossimi anni

Gartner elabora una serie di previsioni rivolte ai dispositivi indossabili, ai sensori biometrici e ai dispositivi per la realtà virtuale/aumentata

11.12.2014

HP prepara Linux++, sistema operativo dedicato a The Machine

A partire da giugno 2015 HP metterà a disposizione una versione di Linux specifica per la sua nuova concezione di computer per avvicinare ad essa ricercatori,...

11.12.2014

Globalfoundries in cerca di ordinativi da Qualcomm e Apple

La fonderia spera di riuscire ad accaparrarsi qualche ordinativo per la produzione dei chip a 14 nanometri da parte delle due compagnie fabless

10.12.2014

Apple e IBM annunciano le prime app di IBM MobileFirst for iOS

Presentate le prime app nate dalla collaborazione strategica tra i due colossi, annunciata durante lo scorso mese di luglio

09.12.2014

Nel 2018 tablet o smartphone per tutte le attività online per oltre la metà degli utenti

Nel giro di pochi anni, soprattutto sul traino dei mercati emergenti, i dispositivi mobile saranno usati da oltre la metà del pubblico come unico strumento...

09.12.2014

TSMC ordina scanner EUV da ASML per prepararsi ai 7 nanometri

La fonderia taiwanese ha già ordinato due scanner EUV che saranno però inizialmente convertiti alla produzione standard e successivamente potrebbero essere...

05.12.2014

Check Point Capsule, sicurezza contro i rischi del BYOD

L'introduzione in azienda dei dispositivi personali rappresenta un rischio per la sicurezza dei dati, ne sono sempre più consapevoli i responsabili IT

04.12.2014

L'Università di Manchester scopre la permeabilità del grafene ai protoni

Potenzialità molto interessanti per lo sviluppo di batterie a celle di combustibile di maggior efficienza, ma la strada è ancora lunga

04.12.2014

Mercato server, un terzo trimestre di indugi con crescita limitata

HP, pur con un calo in consegne e fatturato, resta leader di mercato. A Cisco lo scettro della maggior crescita