Windows 8: l'attesa allenta la domanda del pubblico

Windows 8: l'attesa allenta la domanda del pubblico

Autore: Andrea Bai Categoria: Software
L'arrivo sul mercato del nuovo sistema operativo potrà stimolare le vendite di nuovi sistemi da un lato, ma affosserà la domanda per nuovi PC nei mesi antecedenti al suo debutto

La banca di investimenti Piper Jaffray esprime cautela in merito all'avvento di Windows 8 ed in particolare a riguardo dei benefici che il nuovo sistema operativo sarà in grado di portare alle casse di Intel. Gus Richard, analista per la nota banca di investimenti, ha rilasciato una nota: "Crediamo che il 2012 si stia configurando come un anno difficile per Intel. Ci aspettiamo che la seconda metà dell'anno mostri una certa debolezza [nelle vendite di PC] prima del lancio di Windows 8, l'aggiornamento più significativo sin da Windows 3.0".

Ora, è noto che i cicli di aggiornamento dei sistemi operativi Microsoft hanno tradizionalmente un effetto positivo per i produttori di hardware e sistemi in genere, dal momento che aziende e consumatori acquistano nuovi PC (la cui stragrande maggioranza è basata su processori Intel) equipaggiati con il nuovo sistema operativo. Esiste però il rovescio della medaglia: nell'attesa del rilascio i consumatori posticipano l'acquisto fino a quando la novità - in questo caso Windows 8 - non si concretizza.

Fino ad ora Microsoft ha mostrato una particolare cura nell'evitare qualsiasi preciso riferimento temporale per il rilascio del nuovo sistema operativo, sebbene con la distribuzione della beta a febbraio è ragionevole supporre che il debutto sul mercato possa avvenire nel corso della seconda metà dell'anno. Secondo Richard l'attesa per Windows 8 potrebbe rallentare la domanda per qualche trimestre, andando ad impattare la crescita delle consegne PC per il 2012.

L'analista di Piper Jaffray osserva inoltre che gli sviluppatori di software hanno dovuto effettuare più modifiche del previsto al loro codice al fine di poter assicurare la corretta compatibilità con il nuovo sistema operativo e ciò solleva qualche preoccupazione sulla capacità delle applicazioni legacy di operare adeguadamente sul nuovo Windows 8, fattore che potrebbe innescare un ulteriore atteggiamento di attesa nei consumatori e, soprattutto, nelle aziende.

Commenti (43) 

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: birmarco pubblicato il 18 Gennaio 2012, 17:09
Oramai le "applicazioni legacy" sono una roba sempre più vergognosa.
La retrocompatibilità offerta da Windows è assurda eppure c'è ancora qualche programma che non è compatibile. Cmq serva di lezione a molti: mai affidare ad un branco di incompetenti lo sviluppo del proprio sistema informativo aziendale!

Non biasimo di certo le PMI che rimangono ad XP per un fatto di compatibilità, gli investimenti sui sistemi informatici aziendali sono ingenti e prima di aggiornare occorre avere ammortizzato la spesa. Su questi sistemi fatti col aggiornare è una cosa impossibile senza dover cambiare tutto il sistema o creare un'interfaccia verso i sistemi legacy residui (che poi non sono veri sistemi legacy per definizione ma lo sono di fatto) costosa e complessa e quindi sconveniente per imprese che, anche vista la crisi, fanno fatica a sopravvivere.

A parte questo, mi sembra ovvio non comprare dispositivi nuovi in vista dell'uscita di Windows 8 che, per quanto il verde dello sfondo Metro faccia schifo , sarà uno delle più importanti milestone dell'informatica. E' quindi ragionevole aspettare l'uscita di questo sistema per valutare nuovi acquisti, soprattutto in campo tablet.
Commento # 2 di: Aryan pubblicato il 18 Gennaio 2012, 17:10
Ci aspettiamo che la seconda metà dell'anno mostri una certa debolezza prima del lancio di Windows 8, l'aggiornamento più significativo sin da Windows 3.0".


Buona la droga in quei posti...
Commento # 3 di: Capozz pubblicato il 18 Gennaio 2012, 17:42
Originariamente inviato da: birmarco

A parte questo, mi sembra ovvio non comprare dispositivi nuovi in vista dell'uscita di Windows 8 che, per quanto il verde dello sfondo Metro faccia schifo , sarà uno delle più importanti milestone dell'informatica. E' quindi ragionevole aspettare l'uscita di questo sistema per valutare nuovi acquisti, soprattutto in campo tablet.


Su questo sono d'accordo. Anche io ero interessato all'acquisto di un tablet, ma se lo prenderò sarà solo con Windows 8, ios e android non li trovo adatti per qualcosa di più grande di uno smartphone.
Ovviamente il discorso è valido solo se ci sarà una valanga di programmi per ARM, altrimenti mi orienterò su altro.
Commento # 4 di: DIDAC pubblicato il 18 Gennaio 2012, 17:43
Originariamente inviato da: Aryan
Buona la droga in quei posti...


Che vuoi dire?
Commento # 5 di: kakaroth1977 pubblicato il 18 Gennaio 2012, 18:45
Quando dovrebbe uscire Windows 8 e che reali benefici apporterà rispetto a 7 ?
Commento # 6 di: mauriziofa pubblicato il 18 Gennaio 2012, 18:47
Originariamente inviato da: Aryan
Buona la droga in quei posti...


Perchè??? All'epoca di Windows NT 3.51 furono introdotti il runtime Win32 e il filesystem NTFS.

Oggi Windows 8 introduce il nuovo runtime WinRT ed il nuovo filesystem ReFs, nessun altro windows nel frattempo ha introdotto novità così significative.

Inoltre per la prima volta si cambia il target di Windows da aziendale puro a Consumer puro, se vorranno le aziende lo adoterrano se non vorranno no ma nel frattempo, sperano in Microsoft, di vendere milionate di tablet,pc, smartphone (forse anche smart TV se decidono di immetterle sul mercato) con Windows 8.

Se poi le aziende si adegueranno, bene, altrimenti non è più il target "aziende + pc" quello di windows 8 ma molto, molto più ampio.
Commento # 7 di: Daniel Dolphin pubblicato il 18 Gennaio 2012, 18:55
Originariamente inviato da: DIDAC
Che vuoi dire?


Che considerare Windows 3.0 una grande innovazione nei sistemi operativi significa che sei drogato o che non sai nulla di sistemi operativi.

Originariamente inviato da: mauriziofa
Perchè??? All'epoca di Windows NT 3.51 furono introdotti il runtime Win32 e il filesystem NTFS.

Oggi Windows 8 introduce il nuovo runtime WinRT ed il nuovo filesystem ReFs, nessun altro windows nel frattempo ha introdotto novità così significative.

Inoltre per la prima volta si cambia il target di Windows da aziendale puro a Consumer puro, se vorranno le aziende lo adoterrano se non vorranno no ma nel frattempo, sperano in Microsoft, di vendere milionate di tablet,pc, smartphone (forse anche smart TV se decidono di immetterle sul mercato) con Windows 8.

Se poi le aziende si adegueranno, bene, altrimenti non è più il target "aziende + pc" quello di windows 8 ma molto, molto più ampio.


L'articolo parla di windows 3.0 che è solo un'interfaccia grafica per il sistema operativo dos e non un sistema operativo.

Leggi con attenzione
Commento # 8 di: Uncle Scrooge pubblicato il 18 Gennaio 2012, 19:28
Più che interfaccia grafica era un ambiente operativo.

Sebbene sia sbagliato chiamarlo sistema operativo, comunque non viene definito tale nell'articolo. Si dice che è "Windows 8 è l'aggiornamento (ovvero la major release) più significativo dai tempi di Windows 3.0".

Dove sia stato detto che Windows 3.0 fosse un OS non l'ho capito.

In ogni caso, anche fosse stato detto, lo definirei un errore veniale, non tale da definire drogato chi lo commette. In fondo sempre di Windows si tratta, e oggi Windows è un OS.
Commento # 9 di: DIDAC pubblicato il 18 Gennaio 2012, 19:54
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Più che interfaccia grafica era un ambiente operativo.

Sebbene sia sbagliato chiamarlo sistema operativo, comunque non viene definito tale nell'articolo. Si dice che è "Windows 8 è l'aggiornamento (ovvero la major release) più significativo dai tempi di Windows 3.0".

Dove sia stato detto che Windows 3.0 fosse un OS non l'ho capito.

In ogni caso, anche fosse stato detto, lo definirei un errore veniale, non tale da definire drogato chi lo commette. In fondo sempre di Windows si tratta, e oggi Windows è un OS.


quoto
Commento # 10 di: Daniel Dolphin pubblicato il 18 Gennaio 2012, 20:01
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Più che interfaccia grafica era un ambiente operativo.

Sebbene sia sbagliato chiamarlo sistema operativo, comunque non viene definito tale nell'articolo. Si dice che è "Windows 8 è l'aggiornamento (ovvero la major release) più significativo dai tempi di Windows 3.0".

Dove sia stato detto che Windows 3.0 fosse un OS non l'ho capito.

In ogni caso, anche fosse stato detto, lo definirei un errore veniale, non tale da definire drogato chi lo commette. In fondo sempre di Windows si tratta, e oggi Windows è un OS.


corretto per quanto riguarda la definizione di ambiente operativo ma resta che windows 3.0 non è un grande aggiornamento sotto nessun punto di vista.

L'errore dell'autore è l'aver confuso Windows 3.x con Windows NT 3.1 che, pur presentando una numerazione simile a quella dei prodotti Windows 3.x, è qualcosa di completamente diverso.

P.S.
Non è corretto dire che Windows oggi è un sistema operativo in quanto il prodotto Windows (ambiente operativo) e il prodotto Windows NT (Sistema operativo) sono sempre stati due prodotti paralleli: il primo ha terminato il suo sviluppo con il prodotto dal nome commerciale "Windows ME" il secondo ha continuato il suo sviluppo con i nomi commerciali "Windows 2000" e poi "Windows XP" fino all'attuale "Windows 7" e il prossimo "Windows 8".
Totale commenti: 43 « Pagina Precedente | Pag 1 di 5 | Pagina Successiva »

Lascia il tuo commento

Notizie

17.04.2015

Vodafone porta il Wi-Fi condiviso in Italia: ecco cos'è, pro e contro

Gli utenti italiani di Vodafone possono adesso accedere ad una rete estesa di hotspot per collegarsi alle reti dei clienti stessi della società. Nasce...

17.04.2015

AMD abbandona SeaMicro: niente più microserver

AMD annuncia l'uscita di scena dal mercato dei sistemi server ad elevata densità, e con questo abbandonando il marchio SeaMicro che aveva acquistato alcuni...

17.04.2015

Un trimestre ancora in rosso per AMD

Fatturato in calo e nuova perdita trimestrale per AMD, che non sembra al momento in grado di fronteggiare in modo efficace il calo nella domanda di soluzioni...

16.04.2015

I supercomputer del futuro guidati da NVLink, nella strategia di NVIDIA

La tecnologia NVLink di NVIDIA sarà al centro del supercomputer Summit, previsto in funzione per il 2018 e basato sull'abbinamento tra le GPU della famiglia...

16.04.2015

Panasonic aggiorna il prorpio tablet Toughbook 4K da 20 pollici

Un prodotto particolare per via della diagonale elevata e della risoluzione 4K, che pur se con un prezzo dimezzato rispetto alla prima generazione rimane...

16.04.2015

Nokia si compra Alcatel-Lucent, nasce un nuovo colosso delle infrastrutture di telecomunicazione

L'operazione vale oltre 15 miliardi di euro e darà vita ad una realtà con una enorme potenza di fuoco in termini di attività R&D. Nokia sta inoltre considerando...

15.04.2015

Google presto anche operatore telefonico virtuale con Fi: tutti i nuovi dettagli

Sono emersi numerosi dettagli sul nuovo servizio di telefonia virtuale di Google attraverso il codice dell'app che servirà per gestire il proprio account...

15.04.2015

Meno CPU per sistemi PC, ma più per i datacenter: questo il Q1 di Intel

L'azienda americana registra un dato trimestrale allineato a quello dei primi 3 mesi del 2014, pur con grandi cambiamenti. Calano le vendite di soluzioni...

14.04.2015

Nulla di fatto tra Intel ed Altera, le trattative si arenano sull'offerta

Le due realtà non trovano l'accordo e le trattative arrivano al capolinea. Adesso Intel potrebbe pensare a qualcosa di più grande, come l'acquisizione...

13.04.2015

Google al lavoro in prima persona su nuove batterie che durano di più

I laboratori Google X stanno sviluppando una nuova tipologia di batterie agli ioni di litio e a stato solido per rispondere alle nuove esigenze dei settori...

10.04.2015

Diffondere IoT in Italia, l'impegno comune di Microsoft ed STMicroelectronics

Accordo di collaborazione tra Microsoft Italia ed STMicroelectronics per realizzare un ecosistema di sviluppo sensor-to-cloud che semplifichi lo sviluppo...

09.04.2015

Dal Caltech uno scanner 3D a portata di smartphone

Usare lo smartphone per effettuare scansioni in 3D? Potrebbe presto essere possibile, grazie ad un sensore realizzato dal Caltech capace di rilevare i...

08.04.2015

L'alluminio è meglio del litio: da Stanford una nuova batteria rivoluzionaria

Un batteria agli ioni di alluminio è più sicura, economica e soprattutto ha una longevità maggiore delle batterie prodotte con le tecnologie attuali. I...

08.04.2015

Sono con Android 2 smartphone su 3 venduti in Italia

I dati Kantar delineano uno scenario di mercato molto chiaro nel settore degli smartphone: in Italia, a Febbraio 2015, 2 modelli su 3 sono Android. A seguire...